13 agosto 2020
Aggiornato 17:00
Rapporto del Governo

Dal Giappone post-COVID-19 arriva un segnale incoraggiante

Il Governo nipponico nel suo rapporto economico mensile di giugno segnala che l'economia, con la riapertura del 25 maggio, ha smesso di regredire rapidamente

Dal Giappone post-COVID-19 arriva un segnale incoraggiante
Dal Giappone post-COVID-19 arriva un segnale incoraggiante ANSA

TOKYO - Certo, siamo ben lontani da quella che solitamente intendiamo «crescita economica». Ma dal Giappone post-COVID-19 arriva un segnale incoraggiante: il governo nipponico nel suo rapporto economico mensile di giugno segnala che l'economia, con la riapertura, ha smesso di regredire rapidamente.

«L'economia giapponese è ancora in una situazione estremamente grave a causa del nuovo coronavirus, ma ha di fatto finito di deteriorarsi» ha sostenuto il governo, segnalando che in linea con le riaperture anche i consumi privati stanno riprendendosi. Ed è la prima volta che il governo segnala una revisione al rialzo dei consumi privati dal gennaio 2018, anche se chiaramente in questo caso il punto di partenza è stato un vero e proprio tonfo.

A maggio il governo aveva spiegato che i consumi privati stavano «calando rapidamente», e questo non era neanche un dato negativo visto che le persone rispondevano alla richiesta del governo stesso che chiedeva di stare a casa per tagliare i rapporti sociali e così contenere i contagi.

Il Giappone ha revocato lo stato d'emergenza nazionale il 25 maggio e solo oggi la richiesta di evitare i viaggi non essenziali alcune città e prefetture, in particolare nella capitale Tokyo, il più grande conglomerato urbano al mondo.

Naturalmente la tendenza a breve individuata nel rapporto non rovescia le previsioni verso il basso formulate in seguito all'irrompere della pandemia. «Tuttavia quanto meno non vediamo più una situazione nella quale l'economia è prevista in continuativo peggioramento», ha precisato ai giornalisti un funzionario del governo, secondo l'agenzia di stampa Kyodo.

Il Giappone, comunque, è un pese fortemente integrato nell'economia globale, quindi - avverte il rapporto - dovrà tenere conto del trend delle infezioni anche all'estero, oltre a quelle interne, e delle fluttuazioni di mercati finanziari. Effetto positivo, invece, ha avuto di certo il pacchetto di stimolo messo in campo del governo per cercare di tamponare la crisi.

(con fonte Askanews)