27 settembre 2020
Aggiornato 19:00
Politiche europee

Brexit, Johnson invita Francia e Germania a scendere a compromessi

«Voglio un accordo, ma siamo pronti al no deal», ha ribadito il Premier britannico

LONDRA - Boris Johnson ha sollecitato Germania e Francia a preparare la strada per un compromesso sulla Brexit, garantendo comunque - ancora una volta - che il Regno Unito sarebbe pronto a lasciare l'Unione Europea senza un accordo. «Saremo pronti a uscire il 31 ottobre, che ci sia accordo o meno», ha dichiarato il capo del governo britannico, atteso a Berlino mercoledì e il giorno successivo a Parigi.

Johnson: «Voglio un accordo»

«Naturalmente, i nostri amici e alleati dall'altra parte della Manica sono un po' riluttanti a mutare il loro atteggiamento. Molto bene. Sono sicuro che lo faranno, spero che vogliano scendere a compromessi», ha aggiunto Johnson, «Hanno visto che il parlamento britannico ha respinto per tre volte l'accordo di uscita, che il backstop non funziona, che non è democratico. Spero che ritengano opportuno scendere a compromessi. Voglio un accordo», ha concluso l'inquilino di Downing Street, «Siamo pronti a lavorare con i nostri amici e partner per raggiungere questo obiettivo, ma per ottenere un buon accordo per il Regno Unito, occorre essere contemporaneamente pronti a uscire senza».