21 novembre 2019
Aggiornato 12:30
Assad

Armi chimiche: «Assad pagherà un prezzo molto pesante» per ulteriori attacchi

L’ultimo ammonimento da parte della Casa Bianca: se Assad attaccherà con armi chimici causando un omicidio di massa, la pagherà molto cara. L’avvertimento della Haley

WASHINGTON - Ultimo avvertimento per il presidente siriano Bashar Assad: se ci saranno ulteriori attacchi pagherà un prezzo molto caro. Queste le parole della Casa Bianca in seguito all’individuazione di preparativi di armi chimiche volte a una distruzione di massa. L'avvertimento si legge in una recentissima nota della Casa Bianca che fa anche riferimento al bombardamento del 4 aprile su Khan Sheikoun. Nikki Haley, ambasciatrice degli Stati Uniti all’Onu, aveva risposto alle resistenze della Russia in maniera decisamente esplicita: «Quando l’Onu non riesce a portare avanti il suo dovere di agire collettivamente, ci sono momenti in cui gli Stati sono costretti ad agire per conto proprio».

Nuovi preparativi?
«Gli Stati Uniti hanno identificato i possibili preparativi per un altro attacco con armi chimiche da parte del regime di Assad che probabilmente causerebbe una strage di civili, compresi bambini», si legge nel comunicato della Casa Bianca. Sottolineando che tali attività sono del tutto simili «ai preparativi fatti dal regime prima del suo attacco del 4 aprile». NIkki Haley, commenta: «La responsabilità di nuovi raid sui civili verrà addossata anche alla Russia e all’Iran». Ricordiamo che ad Aprile, il giorno successivo all’avvertimento, gli Stati Uniti hanno lanciato ben 59 missili contro una base aerea di Shayrat.

Ma questa volta la pagherà molto cara
Il messaggio della Casa Bianca appare forte e chiaro: se ci saranno realmente nuovi attacchi chimici e un attacco di massa mortale, Assad e il suo esercito la pagheranno cara. «Come abbiamo dichiarato in precedenza, gli Stati Uniti sono in Siria per eliminare l'Isis dall'Iraq e dalla Siria. Se tuttavia Assad condurrà un altro attacco di massa mortale usando armi chimiche, lui e il suo esercito pagheranno un prezzo molto pesante».

Le dichiarazioni della Haley
Haley continua la sua lotta più agguerrita che mai espandendo il suo ammonimento anche a Mosca e Teheran: «La responsabilità di nuovi attacchi contro la popolazione siriana verrà addossata ad Assad ma anche alla Russia e all’Iran, che appoggiano l’uccisione da parte del presidente della sua stessa gente», si legge in un post pubblicato su Twitter dopo la diffusione del comunicato della Casa Bianca.