17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
Ha rivendicato un attacco contro i ribelli Houthi

L'Isis sbarca anche in Yemen

Una nuova unità dell'organizzazione jihadista dello stato Islamico (Isis) ha rivendicato l'uccisione di cinque ribelli sciiti Houthi nella città di Yarim, nella provincia di Ibb, nel centro dello Yemen, una zona considerata finora come zona di influenza esclusiva di Al Qaida, che ugualmente considera gli Houthi come eretici.

DUBAI (askanews) - Una nuova unità dell'organizzazione jihadista dello stato Islamico (Isis) ha rivendicato l'uccisione di cinque ribelli sciiti Houthi nella città di Yarim, nella provincia di Ibb, nel centro dello Yemen, una zona considerata finora come zona di influenza esclusiva di Al Qaida, che ugualmente considera gli Houthi come eretici.

Brigata verde dell'Isis in Yemen
Con un messaggio twittato di recente, un gruppo che si presenta come la «brigata verde» dell'Isis nello Yemen, ha affermato di aver sabotato con dell'esplosivo un'auto degli Houthi a Yarim, determinandone «la distruzione e la morte dei cinque occupanti».

Attentati suicidi nelle moschee sciite
Il 20 marzo scorso l'Isis ha rivendicato una serie di attacchi suicidi in alcune moschee sciite della capitale San'a, che hanno causato la morte di 142 persone e oltre 350 feriti. E' la prima volta che un braccio dell'Isis si manifesta nella provincia di Ibb. Gruppi jihadisti dello Stato islamico avevano rivendicato attacchi in altre province yemenite, come a San'a e Lahj.

E i raid sauditi continuano
Nel frattempo, l'aviazione della coalizione guidata dall'Arabia saudita ha effettuato durante la notte e fino a questa mattina nuovi raid aerei contro le posizioni dei ribelli Houthi nei pressi della capitale San'a, a nord della città di Taez e sulla città di Yarim, nel centro dello Yemen. Lo riferiscono testimonianze di abitanti.