19 settembre 2019
Aggiornato 16:30
Spread ancora sotto pressione

La Grecia non ha più tempo

Il differenziale con il Bund tedesco è a 145 punti; lo spread tra il Bund tedesco e il decennale greco supera quota 1.300 punti. Dati che non lasciano scampo: come ha affermato il commissario europeo agli affari monetari Pierre Moscovici, la Grecia non ha più tempo da perdere.

ATENE (askanews) - Aumenta la pressione sui titoli di Stato della Grecia dopo un week end dal quale la sensazione è che la situazione di Atene è ancora in stallo. Lo spread tra il Bund tedesco e il decennale greco supera quota 1.300 punti. Il rendimento sul titolo di Atene a 10 anni ha oltrepassato il 13%. Ancor più marcato l'aumento del rendimento sui titoli reci a due anni che testa il 28% mentre quello a cinque anni si avvicina al 20%.

Moscovici: la Grecia non ha tempo da perdere
Dati che non lasciano scampo. Non a caso,  il commissario europeo agli affari monetari, Pierre Moscovici, in una intervista alla tv iTele, ha dichiarato che la Grecia «non ha tempo da perdere» per presentare ai partner un serio programma di riforme. «C'è assoluta urgenza - ha detto - ho chiesto al governo greco di fare quanto è necessario. Non c'è tempo da perdere». Moscovici ripete l'auspicio che Atene resti nell'area euro. «Assolutamente. Lo spero per la Grecia e lo spero per l'Europa. Ma per questo la Grecia deve mettere sul tavolo un programma di riforme ambizioso e credibile».

FMI: sempre disponibili a discutere
Da parte sua, Christine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale ha dichiarato nelle scorse ore: "Possiamo fare progressi ed essere il più produttivi possibile per il beneficio della Grecia e del suo popolo», e si è definita «sempre disponibile», anche nei giorni festivi, a discutere con le autorità di Atene.