6 dicembre 2021
Aggiornato 22:00
La crisi israelo-palestinese

Lega Araba: Israele ostacola i negoziati

Il Segretario generale della LegaAraba, Nabil al-Arabi, ha accusato Israele di «ostacolare» i negoziati per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, il giorno dopo la ripresa delle ostilità nel Territorio costiero. Intanto l'Egitto invita israeliani e palestinesi a riprendere negoziati.

GAZA - Il Segretario generale della LegaAraba, Nabil al-Arabi, ha accusato Israele di «ostacolare» i negoziati per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, il giorno dopo la ripresa delle ostilità nel Territorio costiero.
«Israele ostacola ogni tipo di accordo che porti ad una pacificazione» nella Striscia di Gaza, ha spiegato al-Arabi, sottolineando come la Lega Araba desideri «arrivare il più presto possibile ad una tregua permanente».
Al-Arabi ha parlato alla vigilia del viaggio a Ginevra dove incontrerà una delegazione ministeriale araba, dei dirigenti politici svizzeri e dei membri del Comitato Internazionale della Croce Rossa.

Egitto invita israeliani e palestinesi a riprendere negoziati - L'Egitto ha lanciato un appello affinché israeliani e palestinesi riprendano i negoziati al Cairo. In un comunicato il ministro degli Esteri egiziano ha espresso il suo "profondo dispiacere" per la rottura della tregua avvenuta ieri.
Ieri sera infatti sono riprese le ostilità tra Israele e Hamas, con le due parti che si rimpallano la responsabilità del fallimento. Il braccio armato di Hamas ha comunque rivendicato il lancio di diversi razzi su Israele, uno dei quali ha raggiunto Tel Aviv, senza fare vittime; un altro è stato lanciato su Gerusalemme, ma è stato intercettato dallo scudo anti missile di difesa israeliano. Dal canto suo Israele ha effettuato tra ieri sera e stamattina una sessantina di raid aerei, causando la morte di 8 persone nella Striscia di Gaza.