16 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Relazioni internazionali

Tokyo militarizza isola contesa alla Cina

Il ministro della Difesa Itsunori Onodera si recherà a Yonaguni, dove vivono 1.500 persone, per la cerimonia di posa della prima pietra di una nuova base militare. Intanto Mosca aumenta la presenza militare sulle isole Curili contese con Tokyo

TOKYO - Il Giappone ha deciso di inviare centinaia di militare sull'isola di Yonaguni, all'estremità sudovest dell'arcipelago nipponico, che si trova soli 150 chilometri dalle isole Senkaku contese dalla Cina. Il ministro della Difesa Itsunori Onodera si recherà domani a Yonaguni, dove vivono 1.500 persone, per la cerimonia di posa della prima pietra di una nuova base militare.
Al momento l'intera isola è difesa da due soli agenti di polizia.

TERRITORIO GIAPPONESE - La militarizzazione dlel'isola si inscrive nel quadro degli sforzi compiuti da Tokyo per migliorare la sorveglianza e difesa del proprio territorio. «Abbiamo deciso di dispiegare un'unità di forze terrestri nel quadro del nostro impegno per rafforzare la sorveglianza della regione sudovest», ha spiegato il ministro.
«Siamo assolutamente determinati a proteggere l'isola di Yonaguni, parte del prezioso territorio giapponese», ha aggiunto.

LA CONTESA CON MOSCA - La Russia costruirà nuove strutture militari nei prossimi due anni sulle isole Curili, al centro di una disputa territoriale con il vicino Giappone. «Le decisioni di costruire insediamenti militari sulle isole di Iturup e Kunashir sono state prese e confermate» ha detto il comandante del distretto militare dell'Estremo Oriente Sergei Surovikov. «Tutti i corpi principali, e che ne saranno più di 150, saranno completati entro il 2016» ha aggiunto.
Le truppe schierate sulle due isole, che il Giappone considera proprio territorio nonostante siano state rivendicate dai sovietici alla fine della Seconda guerra mondiale, riceveranno nuovi armamenti. «Il riarmo delle basi militari del distretto collocate sull'isola di Sakhalin e sulle isole Curili è in corso» ha detto Surovikov. «Quest'anno intendiamo ricevere altri 120 veicoli blindati speciali e auto».
Le relazioni tra Mosca e Tokyo sono difficili da decenni per la contesa sulle quattro isole più meridionali dell'arcipelago note come Curili meridionali in Russia e Territori settentrionali in Giappone. Una soluzione discussa in passato consisteva nella cessione da parte di Mosca delle due isole più piccole, Shikotan e Khabomai, in cambio del mantenimento di Kunashir e Iturup (note come Kunishiri e Etorofu in Giappone).