23 ottobre 2019
Aggiornato 17:00
La crisi ucraina

La Crimea: una repubblica autonoma ucraina a maggioranza russa

E' una penisola Situata sulla costa settentrionale del mar Nero. Dopo la caduta del presidente filorusso Yanukovich è al centro della lotta fra Kiev e Mosca

KIEV - La Crimea, attribuita all'Ucraina dopo il crollo dell'unione sovietica è una repubblica autonoma. Situata sulla costa settentrionale del mar Nero, è una penisola a maggioranza russa. Per questo dopo la caduta del presidente filorusso Yanukovich è al centro della lotta fra Kiev e Mosca.

PUNTO STRATEGICO - Una delle ragioni della russificazione della penisola sta nella presenza di molte basi della Flotta del Mar Nero qui costruite dai russi. I filo ucraini si concentrano fra i Tatari, sconfitti dai russi nella guerra di Crimea del 1852, a cui parteciparono anche i soldati piemontesi mandati da Cavour. Divisioni insomma di lunghissima data.
La capitale Simferopol è punto strategico della crisi politica ucraina. Qui manifestanti pro ucraini e pro russi in questi giorni lottano anche intorno a un simbolo, la statua di Lenin. I cittadini pro russi non vogliono che sia demolita. Olga dice «è la nostra storia, è il nonno Lenin, ha tolto le terre e le industrie ai ricchi». E per Tatiana Timofevna, quello che è successo a Kiev non è bene, e gli ucraini sono dei terroristi.