29 novembre 2020
Aggiornato 12:00
La rivolta siriana

Siria, denuncia francese: bambino di 8 anni torturato a morte

Parigi saluta la creazione a Istanbul di un consiglio nazionale siriano

PARIGI - La Francia ha salutato «la formazione a Istanbul di un Consiglio nazionale siriano» e ha reagito «con orrore» alla notizia secondo cui un bambino di otto anni sarebbe stato torturato e assassinato in Siria. Lo ha dichiarato il ministero degli Esteri francese.

«Ogni iniziativa che mira a unificare l'opposizione e ad aprire la prospettiva di una Siria democratica e rispettosa di tutti i suoi cittadini è positiva», ha sottolineato in una dichiarazione il portavoce del ministero, Bernard Valero. Ha nuovamente denunciato la «politica di repressione brutale» del regime siriano, che cerca, secondo lui, «di dividere la società».

Riuniti a Istanbul, gli oppositori siriani hanno presentato un elenco di 140 membri del loro «Consiglio nazionale». Il sessanta per cento dei membri del Consiglio, la cui creazione era stata annunciata il 23 agosto, vive in Siria.

Bernard Valero, in una dichiarazione distinta, ha affermato di aver «appreso con orrore che un bambino di otto anni sarebbe stato torturato e assassinato in Siria». «Se questa spaventosa notizia fosse confermata, sarebbe una nuova prova della barbarie del regime siriano, che si inserisce nell'orrore, che infrange gli ultimi tabù e non esita ad attaccare bambini per terrorizzare la sua popolazione», ha aggiunto.

Il portavoce non ha dato alcuna indicazione sull'identità di questo bambino né le circostanze della scoperta del suo cadavere.