14 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
Medio Oriente

Israele accetti la commissione internazionale

L'appello del Segretario Generale dell'ONU Ban Ki-moon. Israele chiede di fermare nuova flottiglia umanitaria

NEW YORK - Il Segretario Generale dell'Onu Ban Ki-moon ha chiesto ad Israele di accettare un'inchiesta internazionale sul raid contro la «Flottiglia della pace» e di fare «molto di più» per alleviare le sofferenze dei palestinesi della Striscia di Gaza.
Ban ha sottolineato come l'inchiesta israeliana sull'incursione che il 31 maggio scorso aveva causato nove morti fra i pacifisti sia un passo importante ma privo di «credibilità internazionale»: per questo continuerà a chiedere allo Stato ebraico l'assenso a una commissione internazionale che veda al suo interno anche rappresentanti israeliani e turchi.

Israele da parte sua ha chiesto al governo libanese e alla comunità internazionale di fermare una seconda flottiglia umanitaria diretta verso Gaza, affermando di volersi riservare «tutti i mezzi necessari» per bloccare le imbarcazioni.
L'Ambasciatore dello Stato ebraico preso l'Onu, Gabriela Shalev, ha inviato una lettera a Ban nella quale si avverte che un nuovo tentativo di forzare il blocco navale di Gaza potrebbe aggravare le tensioni e mettere a rischio la pace e la sicurezza nella regione.