15 settembre 2019
Aggiornato 09:30
Bankitalia

Caso Visco, la lunga stretta di mano di Padoan sconfessa le accuse del Pd

Il governatore della Banca d'Italia è intervenuto alla commemorazione dell'economista Federico Caffé e il ministro Pier Carlo Padoan gli ha riservato un'accoglienza calorosa

ROMA - Il giorno dopo il via libera della Camera alla mozione Pd che ostacola il rinnovo di Ignazio Visco al vertice della Banca d'Italia, il governatore in carica si presenta - a sorpresa per i giornalisti perché il suo nome non figura tra i partecipanti ufficiali - alla commemorazione dell'economista keynesiano Federico Caffè nella sede di Sioi a piazza Venezia a Roma. Nelle immagini Visco siede non lontano dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, e segue il ricordo dell'economista che è stato collega all'Università di Padoan e docente di Visco. Bocche cucite sia dal governatore che dal ministro sull'attacco del Partito democratico sferrato martedì a Motecitorio. Entrambi non rispondono alle domande che i giornalisti pongono con insistenza. Fra i due c'è stato un saluto e una calorosa stretta di mano a margine della tavola rotonda. Padoan lasciando il convegno si è infatti avvicinato a Visco per una lunga e vigorosa stretta di mano. E il governatore vedendo il ministro che gli andava incontro si è alzato sorridendogli.