11 agosto 2020
Aggiornato 12:30
Emergenza coronavirus

Gualtieri cita Draghi e rivendica: «Sostegno alla liquidità basato su garanzie pubbliche che non ha precedenti»

Il Ministro dell'Economia: «Come ha scritto Mario Draghi sul Financial Times quella contro il coronavirus è una sfida senza precedenti che richiede un cambio di mentalità e deve vedere tutti gli uomini»

Roberto Gualtieri, Ministro dell'Economia
Roberto Gualtieri, Ministro dell'Economia ANSA

ROMA - «Con le misure già adottate e quelle in preparazione stiamo varando un sostegno alla liquidità basato su garanzie pubbliche che non ha precedenti e che è al livello delle iniziative più consistenti e ambiziose messe in campo in Europa». E' quanto rivendica il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, in merito agli interventi per fronteggiare l'emergenza economica scatenata dalla pandemia di Coronavirus.

Gualtieri cita l'ex presidente della Bce, Mario Draghi, il quale sul Financial Times ha parlato di «guerra» che necessita di misure adeguate, compreso l'aumento «significativo» del debito pubblico degli Stati. Lo stesso Draghi che alcuni evocano alla guida di un governo di unità nazionale di grande coalizione, quando la fase emergenziale sarà passata e si dovrà pensare alla ricostruzione e al rilancio.

Sfida senza precedenti

«Come ha scritto Mario Draghi sul Financial Times - afferma Gualtieri - quella contro il coronavirus è una sfida senza precedenti che richiede un cambio di mentalità e deve vedere tutti gli europei - cittadini, governi, istituzioni dell'Unione - sostenersi a vicenda in quella che è una guerra comune da combattere insieme, attraverso una mobilitazione straordinaria e rapida di risorse pubbliche».

«In questo quadro, come giustamente richiamato da Draghi, a fianco di interventi di sostegno al reddito occorre mettere a disposizione ingenti garanzie pubbliche per consentire al sistema finanziario di erogare alle imprese tutta la liquidità necessaria per sostenere il sistema economico nella crisi, assorbirne gli urti e le perdite, ed evitare una distruzione di capacità produttiva e di posti di lavoro che avrebbe conseguenze disastrose. Il governo italiano si muove in questa prospettiva sul piano nazionale ed europeo. Con le misure già adottate e quelle in preparazione stiamo varando un sostegno alla liquidità basato su garanzie pubbliche che non ha precedenti e che è al livello delle iniziative più consistenti e ambiziose messe in campo in Europa», aggiunge il ministro Gualtieri.

Servono strumenti di debito comune europeo

«Di fronte a uno shock simmetrico, per massimizzare l'efficacia di questi interventi e assicurare coesione e convergenza tra i paesi, essi dovrebbero essere sostenuti da una piena condivisione del rischio anche attraverso l'emissione di strumenti di debito comune, come chiesto nella lettera inviata al Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e da altri otto Capi di Stato e di Governo europei. Le iniziative della Bce in questo quadro sono molto positive. Il governo Italiano farà tutto quanto necessario perché la guerra contro il coronavirus possa essere vinta, assicurando a tutti i cittadini e le imprese il sostegno adeguato e risposte efficaci alle preoccupazioni dell'oggi», conclude il ministro.