12 luglio 2020
Aggiornato 08:00
decelerazione in corso

Istat: la crescita italiana rallenta ancora

Secondo i dati dell'Istat relativi al mese di giugno, l'attività economica di breve termine sta rallentando. Primi segnali di ripresa arrivano dalle costruzioni, ma meno favorevoli sono i consumi nazionali

ROMA - Prosegue la tendenza in atto da inizio anno con una decelerazione dell'indicatore di crescita dell'economia italiana. Lo evidenzia l'Istat nel suo rapporto mensile relativo al mese di giugno.

L'attività economica rallenta
«L'indicatore composito anticipatore dell'economia italiana ha segnato un'ulteriore discesa, prospettando un rallentamento nel ritmo di crescita dell'attività economica nel breve termine», sottolinea l'Istat. In assenza di una quantificazione dei possibili effetti economici dell'esito del referendum del Regno Unito, «l'indicatore composito anticipatore dell'economia italiana ha evidenziato un'ulteriore decelerazione», proseguendo la tendenza in atto da inizio anno.

Primi segnali di ripresa nell'edilizia
Prosegue la fase di crescita moderata dell'economia italiana sostenuta dal miglioramento dei ritmi produttivi dell'attività manifatturiera e dai primi segnali di ripresa delle costruzioni, in presenza di un recupero della redditività delle imprese e di un aumento dell'occupazione. Ma segnali meno favorevoli provengono dai consumi, dal clima di fiducia delle famiglie e dalle imprese dei servizi. «In questo quadro, l'indicatore composito anticipatore dell'economia italiana ha segnato un'ulteriore discesa», spiega l'Istat.