19 agosto 2019
Aggiornato 21:00
Lavoro | Vertenza Alcoa

Alcoa, lunedì corteo degli operai a Roma

Manifestazione autorizzata ai margini del centro della città. Intanto i tre operai scendono dalla torre a 66 metri d'altezza. Protesta sospesa per stanchezza e problemi di salute. L'Azienda: Nessuna nuova manifestazione d'interesse per Portovesme

ROMA - I circa 500 operai dell'Alcoa che lunedì arriveranno a Roma dalla Sardegna sfileranno in corteo ai margini del centro della città prima di posizionarsi sotto la sede del Ministero dello Sviluppo economico e attendere l'esito dell'incontro per il futuro dello stabilimento siderurgico.
Il corteo (autorizzato) partirà in tarda mattinata da Via Vittorio Emanuele Orlando e passando per Largo Santa Susanna, Via Bissolati, Via San Nicola da Tolentino e Via di San Basilio arriverà al ministero in Via Molise. L'inizio del vertice è previsto per le 15: gli operai aspetteranno il termine in sit-in.

I tre operai scendono dalla torre a 66 metri d'altezza - Stanno iniziando a scendere dal serbatoio d'acqua a settanta metri d'altezza i tre operai dell'Alcoa che per quattro giorni e quattro notti hanno protestato contro il processo di spegnimento degli impianti di Portovesme decisa dalla multinazionale americana. La discesa è iniziata verso le 18.15. Ieri uno dei tre operai aveva accusato un malore ma è rimasto fino all'ultimo con i compagni sulla torre. I tre avevano dichiarato di essere disposti a tutto.

Protesta sospesa per stanchezza e problemi di salute - Tanta stanchezza e problemi di salute per uno di loro. Per queste motivazioni i tre lavoratori Alcoa che per quattro giorni hanno occupato un serbatoio dell'acqua a 66 metri di altezza hanno deciso di scendere a terra e sospendere la loro protesta, iniziata per ottenere dall'azienda un impegno scritto per evitare lo spegnimento dell'impianto. L'operaio cardiopatico è stato visitato da un medico: le sue condizioni sono precarie ma non gravi. I tre sono stremati ma decisi a proseguire la protesta insieme ai loro colleghi: partiranno anche loro per Roma e parteciperanno al corteo in programma lunedì.
Per i sindacati questa decisione non rappresenta un cedimento, hanno detto i sindacati: la lotta va avanti.

L'Azienda: Nessuna nuova manifestazione d'interesse per Portovesme - Nessuna nuova manifestazione di interesse da parte di potenziali acquirenti dell'impianto Alcoa di Portovesme. Lo chiarisce la società in una nota. «Nei giorni scorsi il comprensibile livello di preoccupazione per il futuro dello smelter di Portovesme e dei suoi dipendenti e collaboratori ha portato a una grande quantità di congetture e commenti. Sebbene siamo soliti non commentare le indiscrezioni, riteniamo utile riconfermare che dall'1 agosto non abbiamo ricevuto nessuna nuova e concreta manifestazione di interesse da parte di potenziali acquirenti dell'impianto Alcoa di Portovesme».