21 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
La Confesercenti ha firmato con Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil l’intesa per il contratto del commercio

Contratto commercio, Venturi: «Un buon accordo utile a lavoratori ed imprese»

L’auspicio è che, al termine della consultazione, anche la Filcams-Cgil possa valutare positivamente i contenuti e firmare l’intesa

«La Confesercenti ha firmato con Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil l’intesa per il contratto del commercio che consente in un momento economico difficile di sostenere i redditi dei lavoratori e permette alle imprese - con misure di flessibilità concertata - di reggere meglio alle difficoltà di una crisi che si sta aggravando.

L’auspicio è che, al termine della consultazione, anche la Filcams-Cgil possa valutare positivamente i contenuti e firmare l’intesa. Sarebbe un segnale positivo per il settore e un buon viatico per il futuro delle relazioni sindacali. La grave situazione economica ha bisogno di parti sociali che dialogano e decidono insieme.

La stagnazione delle vendite e dei consumi, la pressione di imposte, tariffe, caro petrolio e le stesse difficoltà del nostro turismo stanno mettendo a dura prova in particolare le pmi. Questa intesa allenta tensioni, da una prima risposta ai lavoratori-consumatori, mentre resta forte la necessità di rilanciare la domanda interna e la crescita. Ognuno deve fare la sua parte e certamente ora il compito più impegnativo spetta al Governo: la manovra Finanziaria che si discute ancora in queste ore in Parlamento corre infatti il serio rischio di uscire già inadeguata.