16 ottobre 2021
Aggiornato 09:30
Si riduce il periodo di vacanza, da una a 3 notti fuori casa

Turismo, Aci-Censis: «caro greggio e crisi economica cambiano la vacanza»

Oggi si prediligono itinerari tematici con destinazioni specializzate e di forte interesse personale: dall'enogastronomia al benessere, dallo sport alla musica

Oggi si prediligono itinerari tematici con destinazioni specializzate e di forte interesse personale: dall'enogastronomia al benessere, dallo sport alla musica.
Si riduce il periodo di vacanza, da una a 3 notti fuori casa. Il 73% dei viaggi degli italiani avvengono in auto.
Il 62% degli stranieri sceglie le quattro ruote per entrare nel nostro Paese.

La fotografia del «nuovo» viaggiatore è scattata dal Rapporto Aci-Censis Turismo 2008, intitolato «L'auto e turismi tematici», illustrato oggi a Roma dal presidente dell'Automobile Club d'Italia, Enrico Gelpi, e dal presidente di Censis Servizi, Fabio Taiti. Secondo il Rapporto, nell'ultimo decennio sono raddoppiate in Italia le vacanze brevi di 1-3 giorni: dai 23,3 milioni di viaggi del 1997 ai 47,9 milioni del 2007. Le tendenze emergenti nel mercato sono inoltre rappresentate dalla ricerca sempre più attenta delle formule last minute e low cost.

Preferite le mete più vicine e soprattutto più sicure. Si consolida la destagionalizzazione dei consumi turistici e il fai da tegrazie a Internet. Il «passa parola» è la migliore forma promozionale. Le abitazioni di parenti e amici registrano il 35% dei pernottamenti, piu' degli alberghi (33%), delle seconde case (14%) e delle strutture non alberghiere (10%).