19 agosto 2019
Aggiornato 22:00
Internet

21enne prodigio lascia Facebook e passa a Google

Si tratta del prodigio Michael Sayman, che aveva aiutato il gruppo a capire come i membri della sua generazione usano il social network e di conseguenza proponendo prodotti sperimentali anticipando trend.

21enne prodigio lascia Facebook e passa a Google
21enne prodigio lascia Facebook e passa a Google Shutterstock

NEW YORK - Aveva messo piede in Facebook con uno stage all'età di 17 anni. Diventato diciottenne il social network gli offrì un posto di lavoro a tempo pieno in campo ingegneristico. Ora che ha 21 anni ha deciso di andarsene passando a Google. Si tratta del prodigio Michael Sayman, che aveva aiutato il gruppo a capire come i membri della sua generazione usano il social network e di conseguenza proponendo prodotti sperimentali anticipando trend.

SCOPERTO A 13 ANNI - Nella controllata di Alphabet, Sayman sarà product manager per Assistant, con cui Google intende competere contro Alexa (Amazon) e Siri (Apple).
Facebook aveva scoperto Sayman quando aveva 13 anni: costruiva da solo app usando gli strumenti per sviluppatori offerti dal gruppo per un'applicazione per l'iPhone. Come riferisce Bloomberg, Sayman aveva ancora l'apparecchio ai denti quando è diventato il primo dipendente del social network.

ZUCKERBERG DI NUOVO PAPÀ - Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, e la moglie Priscilla Chan hanno avuto la loro seconda figlia: si chiama August, come il mese in cui è nata. Come aveva fatto con la primogenita, anche questa volta il cofondatore del social network le ha scritto una lettera pubblicata sulla piattaforma online.
«Siamo ottimisti per la tua generazione e il futuro», hanno scritto i due dandole il «benvenuto nel mondo». Zuckerberg e Chan hanno anche scritto che «l'infanzia è magica. Si è bambini una sola volta, quindi non trascorrere tempo a preoccuparti troppo sul tuo futuro. A quello pensiamo noi e faremo tutto il possibile per fare in modo che il mondo sia un posto migliore per te e tutti i bambini della tua generazione».
Zuckerberg aveva detto che avrebbe preso due mesi di paternità, due in meno rispetto al totale consentito dal gruppo. In sua assenza la direttrice operativa Sheryl Sandberg e il direttore finanziario David Wehner guideranno Facebook.