14 agosto 2020
Aggiornato 04:30
MotoGP | Video-editoriale per il Diario Motori

Beltramo: Si riparte da Brno, pista magica di Valentino Rossi

Il Gran Premio che segna la riapertura delle ostilità dopo la lunga pausa estiva è quello della Repubblica Ceca, che il Dottore ha vinto per sette volte, salendo sul podio in ben quattordici occasioni. Un circuito che gli piace, dunque, ma non è certo l'unico a puntare al bersaglio grosso...

MILANO – Archiviata la lunghissima pausa estiva di un mese, il Motomondiale si appresta a tornare in pista per il Gran Premio della Repubblica Ceca: «Il campionato della MotoGP non è mai stato così incerto, inestricabile come quest'anno – racconta il nostro Paolo Beltramo – I piloti che possono vincerlo sono addirittura cinque, ma soprattutto i primi quattro sono divisi da soli dieci punti». Osservato speciale, mai come su questo circuito, sarà il Dottore: «Brno è una pista che si può definire magica per Valentino Rossi – prosegue Paolone – Lì ha vinto la sua prima gara nel Motomondiale nel 1996, con la Aprilia in 125, il suo primo campionato del mondo, nel 1997 arrivando terzo sempre in 125, poi ha trionfato una volta in 250 nel 1999, in 500 nel 2001, e in MotoGP nel 2003, 2005, 2008 e 2009. In tutto sono quattordici i suoi podi su questa pista, quindi direi che gli piace. E infatti lo ha detto: durante le vacanze è stato molto con gli amici ma adesso non vede l'ora di tornare in pista e di lavorare con il suo team, come penso tutti i suoi colleghi. Si è tenuto molto in allenamento in moto e in palestra per arrivare pronto fisicamente a questa seconda metà di stagione, questa fase finale che arriverà fino a novembre in un batter d'occhio».

Scalpitano gli altri
E poi occhio anche ai tanti avversari: «Ci sono da vedere Maverick Vinales che vuole ritrovare la continuità di inizio stagione, Andrea Dovizioso che ha già vinto due gare e non vediamo perché non debba provarci, Johann Zarco e Jonas Folger sempre pronti a dare spettacolo e a sorprenderci, Danilo Petrucci anche lui capace di grandi prestazioni, Jorge Lorenzo che potrebbe tornare ad essere se stesso. E tra le cose interessanti anche il fatto che i piloti Honda, Marc Marquez, Dani Pedrosa e Cal Crutchlow, abbiano già provato per due giorni a Brno e quindi, almeno all'inizio, dovrebbero arrivare più pronti. Ma con le gomme di oggi non si sa mai...».