23 febbraio 2020
Aggiornato 11:30
Il video-editoriale per il Diario Motori

Minardi: Ferrari da Mondiale, se si sveglia Kimi Raikkonen...

Un grande Sebastian Vettel, rivitalizzato dopo la vittoria in Australia, ha portato la Rossa alla pari con la Mercedes e non si risparmierà nello scontro con Lewis Hamilton. Per il titolo costruttori, però, manca ancora l'apporto di Iceman

FAENZA – Ha regalato tanto spettacolo il secondo appuntamento del Mondiale di Formula 1 in Cina, vissuto di nuovo sul filo rosso dello scontro tra Mercedes e Ferrari: «Abbiamo assistito a un bellissimo secondo Gran Premio della stagione 2017 – ci racconta l'ex team principal Gian Carlo Minardi – È evidente che sta continuando la lotta tra la Mercedes, che ritengo abbia ancora un piccolo vantaggio, e la Ferrari, che però può contare su un grande Sebastian Vettel, rivitalizzato dopo la vittoria in Australia. Le condizioni atmosferiche e l'incidente di Antonio Giovinazzi a inizio gara hanno condizionato le strategie delle squadre. Per questo abbiamo assistito a dei bellissimi sorpassi compiuti da Max Verstappen, ma anche dallo stesso Vettel, che forse ha messo a segno il più bello proprio su Daniel Ricciardo, quando si è liberato di Kimi Raikkonen che un po' gli ha fatto da tappo nei primi giri». Uno scontro che ora promette di animare anche la corsa al titolo iridato: «È bello che tra sei giorni si torni già in pista per portare avanti la battaglia Mercedes-Ferrari: il Cavallino rampante si fa dare del lei e per questo mi aspetto che lo scontro si accenda ulteriormente, con il prosieguo del campionato. Come avevamo già accennato, il Mondiale costruttori potrebbe essere alla portata, ma bisogna che si risvegli Raikkonen: i suoi venti secondi di distacco dal suo compagno di squadra, e ventisei dal primo, sono troppi. Lo stesso Bottas, che ha commesso un errore da principiante girandosi dietro alla safety car, ha fatto perdere punti importanti alla Mercedes. Siamo in linea con le aspettative di questa stagione e penso che avremo modo di divertirci ancora nei prossimi Gran Premi. Hamilton e Vettel non si risparmieranno e ci faranno vedere dei bellissimi duelli in pista».