15 dicembre 2019
Aggiornato 00:00

Antonio Giovinazzi: «Fino a ieri le Ferrari le vedevo in tv!»

Il neo-terzo pilota della Rossa racconta l'emozione vissuta ieri alla sua prima presentazione da membro della Scuderia: «Io al fianco di due campioni del mondo... La macchina sembra bellissima, speriamo che vada anche forte»

MARANELLO – Non ha avuto (ancora) occasione di guidarla, se non al simulatore virtuale, eppure la giornata di ieri, in cui è stata presentata la nuova Ferrari SF70H è stata speciale e indimenticabile anche per il terzo pilota della Scuderia, il giovane italiano Antonio Giovinazzi. Per lui, infatti, si è trattato della prima uscita ufficiale da quando è stato nominato collaudatore e riserva del Cavallino rampante, ed ha fatto la sua apparizione in pompa magna, con la tuta rossa d'ordinanza, insieme ai vertici del team: dal presidente Sergio Marchionne al team principal Maurizio Arrivabene fino ai due titolari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Niente male, per uno che fino a poco tempo fa la Formula 1 la poteva seguire solamente in televisione... «Un'emozione grandissima essere stato lì alla presentazione di un marchio così importante, al fianco di due campioni del mondo, con il team più prestigioso del mondo – racconta il talentino pugliese – Ho sempre assistito a questi eventi da casa, ed essere qui oggi è davvero emozionante. Quest'anno sarò il terzo pilota e darò il massimo in tutto. La macchina sembra bellissima, speriamo che vada anche forte. Ora aspettiamo i primi test di Barcellona». Sempre nella giornata di ieri, inoltre, Giovinazzi ha ricevuto anche l'ufficialità di un'altra notizia importante: la Sauber, team cliente della Ferrari, lo ha chiamato a sostituire l'infortunato Pascal Wehrlein proprio nelle prove pre-campionato che scatteranno la settimana prossima in Spagna.