22 maggio 2022
Aggiornato 15:30
Formula 1 | GP di Miami

Leclerc: «Imola alle spalle. La Ferrari può vincere anche qui»

Il monegasco della Ferrari e la gara in Florida dopo l'errore dello scorso GP: «Ho analizzato la situazione e girato subito pagina: la lotta con la Red Bull è serrata, ma se siamo perfetti possiamo imporci pure qui»

Charles Leclerc
Charles Leclerc Foto: Ferrari

MIAMI - «I lanci con i Florida Marlins sono andati bene, prendere la palla un po' meno, ma la mia prima partita di baseball mi è piaciuta: sono felice di essere qui e non vedo l'ora di provare la pista», Parola di Charles Leclerc nella conferenza stampa del Gp di Miami in programma domenica.

Poi si torna su Imola: «A Imola ho fatto un errore che ci è costato dei punti dal terzo al sesto posto, ho analizzato la situazione, ho visto la chance di essere secondo e ho perso pure il terzo posto, ma in questi casi tutti notano l'errore e taltolta non si vedono i rischi che invece prendi quando va tutto bene. Comunque ho girato subito pagina dopo Imola: per questa gara resto ottimista, se faremo tutto in modo perfetto abbiamo la possibilità di vincere pure qui, anche se la lotta con la Red Bull è molto ravvicinata. I lavori alla curva 17? Non posso commentare quello che hanno fatto, ma l'asfalto mi è parso differente rispetto a quello che troviamo normalmente». Il leader del mondiale ama tenere un profilo basso.

«Arriviamo in pista con il sorriso☼

«La mia mentalità non è cambiata rispetto all'anno scorso: di certo ora è meglio dell'anno scorso, quando lottavamo per posizioni non entusiasmanti, mentre ora arriviamo in pista con il sorriso: il mio approccio però non cambia per il fatto di essere leader del mondiale. Abbiamo lavorato bene nelle ultime quattro gare come team e fatto grandi cose e sono certo che potremo continuare».

Infine le sfide con Verstappen sui kart. «Mi ricordo le lotte con Max nei kart ed è bello riviverle qui: ci sono dei limiti, ma ce la stiamo godendo e mi auguro di avere sempre questo livello per poter lottare con lui per tutta la stagione. Nei kart abbiamo lottato per 5 anni, ogni gara era una battaglia, ci odiavamo a vicenda ma ora è un'altra cosa».