22 maggio 2022
Aggiornato 15:00
MotoGP

Finalmente Aprilia! Storica prima pole MotoGP con Aleix Espargaro. Marini in prima fila (3°)

La casa di Noale conquista la prima partenza al palo dell'era a quattro tempi della classe regina. Battute le Ducati di Jorge Martin e Luca Marini. Fuari dalla Q2 Bastianini e Bagnaia

Finalmente Aprilia! Storica prima pole MotoGP con Aleix Espargaro. Marini in prima fila (3°)
Finalmente Aprilia! Storica prima pole MotoGP con Aleix Espargaro. Marini in prima fila (3°) Foto: Aprilia Racing

Storica pole dell'Aprilia e di Aleix Espargaro che in 1'37:688 è stato il più veloce nelle qualifiche del GP d'Argentina, a Termas de Rio Hondo. L'ultima del marchio italiano nella top class risaliva al 2000 (Phillip Island), con Jeremy McWilliams. Anche Maverick Vinales, alla fine quinto, si è infatti spesso alternato al comando col compagno di squadra, che però è stato più ficcante fino alla fine, bruciando la Ducati di Jorge Martin di 151 millesimi. La festa Italia è completata dalla prima fila di Luca Marini, terzo a 4 decimi.

Ducati ufficiale a picco

Alla Q2 ha infatti avuto accesso solo Jack Miller, ma l'australiano si è praticamente estromesso subito dalla lotta per la pole scivolando in curva 1. Miller partirà 14°, penalizzato di 3 posti per aver ostacolato Quartararo, ma ancora peggio è andata al compagno di squadra Francesco Bagnaia, rimasto fuori dalla Q2 come il leader iridato Enea Bastianini: per loro un sabato poco brillante. Quindicesimo Franco Morbidelli, 17° Bezzecchi.

Espargarò: «Siamo i più rapidi»

«Sono felice per tutta la gente di Noale, a me interessa molto la giornata di domenica però è bello perché vuol dire che siamo i più rapidi. Stiamo lavorando bene, anche Vinales sta facendo dei passi in avanti. È stato un piacere guidare questa moto oggi». Lo ha detto ai microfoni di Sky Sport Aleix Espargaro, pilota dell'Aprilia, dopo la pole position ottenuta nel GP d'Argentina di MotoGP.

Martin: «Il ritmo è molto buono»

Secondo tempo per Jorge Martin, che fa i complimenti a Espargaro: «Sono molto contento - ha detto lo spagnolo della Ducati Pramac - anche se non abbiamo fatto la pole. Non mi aspettavo un giro così da parte di Aleix, ma siamo in un buon momento. La moto è tornata quella dell'anno scorso e il ritmo è molto buono».

Marini: «Ho dimostrato il mio potenziale»

Luca Marini si prende una bella prima fila col terzo tempo: «È una grandissima soddisfazione, per la prima volta sono riuscito a dimostrare il potenziale che ho a disposizione. Con la moto abbiamo avuto qualche problema all'inizio dell'anno, ma con il lavoro siamo riusciti a risolvere quasi tutto. Sento che il nostro potenziale ci può portare stabilmente in queste posizioni. Voglio ringraziare tutta la squadra».

Albesiano: «Siamo al livello dei grandi»

Il direttore tecnico dell'Aprilia, Romano Albesiano, non nasconde la soddisfazione: «Ci abbiamo sempre creduto, fin dall'inizio di questa avventura un po' folle. L'azienda ha dimostrato di crederci investendo risorse e oggi abbiamo dimostrato che Aprilia e gruppo Piaggio sono al livello dei grandi delle due ruote».

Vinales: «In gara bisognerà usare la testa»

«Sono estremamente felice per Aleix e per Aprilia, credo che questo risultato sia meritato. La squadra sta lavorando bene, io mi sono sentito a mio agio fin da subito nonostante il poco grip dell’asfalto. In gara domani bisognerà usare la testa, non sono preoccupato perchè qualsiasi sia il risultato finale rimane la nostra crescita e lo step che abbiamo fatto da Mandalika».