27 settembre 2021
Aggiornato 05:30
MotoGP

Gp Doha 2021: dopo Vinales ecco Quartararo, fenomeno Martin. Zarco leader del mondiale. Delude Rossi

La Yamaha ufficiale piazza sulla pista di Losail il secondo successo stagionale. Il francese vince davanti a Zarco, leader del mondiale dopo le prime due gare. Martin chiude in terza posizione

Gp Doha 2021: dopo Vinales ecco Quartararo, fenomeno Martin. Zarco leader del mondiale. Delude Rossi
Gp Doha 2021: dopo Vinales ecco Quartararo, fenomeno Martin. Zarco leader del mondiale. Delude Rossi Yamaha

Dopo Vinales, ecco Quartararo. La Yamaha ufficiale piazza sulla pista di Losail il secondo successo stagionale. Il francese vince il Gp di Doha davanti a Zarco, leader del mondiale dopo le prime due gare. Martin, dopo essere partito dalla pole, chiude in terza posizione. Lo spagnolo, pilota debuttante, che per 19 giri è rimasto in testa alla corsa. Una condotta di gara impeccabile per un ragazzo di 23 anni che dopo la pole position ha dimostrato di essere già a proprio agio nella categoria. Nel finale superato da Quartararo e da Zarco, con grande lucidità, ha preferito non forzare. E' il primo podio della sua carriera in MotoGP.

Il miglior italiano è Bagnaia al 6° posto. Bene l'Aprilia con Aleix Espargaró 10°. Alle sue spalle c'è un ottimo Bastianini 11°. Morbidelli è 12° al traguardo, 16° Rossi, capace di esprimere un buon passo ma condizionato dalla partenza in penultima posizione. Scintille tra Miller e Mir, carenata al limite in uscita dalla curva 16. L'australiano della Ducati e lo spagnolo della Suzuki entrano in contatto, toccandosi violentemente con la spalla. Miller si gira verso il campione del mondo e gli dice qualcosa, Mir scrolla la testa

«Vittoria speciale - le parole di Quartararo - Sono partito da lontano, dal quinto posto, ma il mio passo era davvero buono, riuscivo a mantenere le gomme. Quando ho visto Vinales che arrivava ho pensato fosse il momento di spingere. E' un sogno, ho sempre sognato di vincere in Qatar, ho lavorato tanto per raggiungere questo obiettivo. C'è sempre un ulteriore pressione quando devi prendere il posto di Rossi anche a livello mediatico, ringrazio tutte le persone che mi supportano, ora voglio godermi questa vittoria».

Fenomeno Martin

«Gara difficile - aggiunge Martin - Sono un esordiente, per 18 giri ero al limite con l'anteriore ma ho gestito meglio le gomme, è stata un'ottima gara, quando Quartararo mi ha superato ho cercato di spingere per arrivare secondo ma all'ultimo giro Zarco mi ha superato, peccato, se fosse stato un altro pilota avrei tentato il controsorpasso. Ma lui è il mio compagno di squadra ed è in lotta per il Mondiale, andava bene così. Questo podio è per Fausto Gresini».

Delude Martin

Deluso Rossi: «Per quanto mi riguarda questo weekend è stato veramente difficile e ho fatto tantissima fatica. Quantomeno nel warm-up abbiamo trovato qualcosa di buono con l'elettronica, infatti il passo non era malissimo. Mi aspettavo di poter arrivare tra i primi dieci. Sono partito bene, ma nei giri iniziali non ero abbastanza veloce. Nella prima metà della gara facevo 1'55» basso, non male come passo, però il problema è che vanno tutti fortissimo e quindi quando parti così indietro è veramente difficile. Ho cercato di spingere fino alla fine, però pensavo di essere più veloce».