28 novembre 2021
Aggiornato 18:30
Formula 1

Gp Abu Dhabi, trionfa Verstappen. Ferrari doppiate

L'olandese ha dominato dal primo all'ultimo giro sul circuito di Yas Marina il Gp di Abu Dhabi. Decimo successo in carriera e secondo in stagione per Verstappen. Mercedes sui gradini del podio più basso

Max VERSTAPPEN
Max VERSTAPPEN Red Bull

La stagione 2020 di Formula 1 si conclude con una vittoria della Red Bull di Max Verstappen. L'olandese ha dominato dal primo all'ultimo giro sul circuito di Yas Marina il Gp di Abu Dhabi. Decimo successo in carriera e secondo in stagione per Verstappen. Mercedes sui gradini del podio più basso con il campione del mondo Lewis Hamilton che si è accontentato della terza posizione e Bottas che ha chiuso al secondo posto.

Grande emozione per il saluto alla Ferrari di Sebastian Vettel, quattordicesimo al traguardo. Non ha pagato la scelta della Rossa di non far fermare il tedesco e Charles Leclerc, tredicesimo, durante il regime di Virtual Safety Car causato dal ritiro di Perez. Leclerc, con le medie nel primo stint, è stato chiamato ai box prima, ma entrambi hanno subito lo stesso destino, finendo nelle retrovie dopo la sosta.

Conclude invece un anno difficile con un risultato discreto Alexander Albon, quarto. Quinta posizione per Lando Norris, della McLaren, davanti al compagno di squadra, Carlos Sainz, a Daniel Ricciardo, della Renault, e a Pierre Gasly, dell'Alpha Tauri. Completano la top ten Esteban Ocon, della Renault, e Lance Stroll, della Racing Point. Undicesimo è Daniil Kvyat, dell'Alpha Tauri, davanti a Kimi Raikkonen, dell'Alfa Romeo, e Leclerc.

La Ferrari saluta Vettel: «Grazie Seb, ci mancherai»

Sebastian Vettel lascerà la Ferrari al termine del GP di Abu Dhabi 2020. In sei anni ha vinto 14 Gran Premi, senza però riuscire ad agguantare l'auspicato titolo iridato. Il quattro volte Campione del Mondo si accaserà all'Aston Martin nel 2021, nel frattempo la Ferrari lo ha salutato con un accorato tweet: «Grazie Seb per essere sempre te stesso. Ecco la tua ultima gara con noi. Ci mancherai ma farai sempre parte della famiglia della Scuderia Ferrari».