1 ottobre 2020
Aggiornato 00:30
Formula 1

Ferrari al Mugello: test con Vettel e Leclerc in vista del GP d'Austria

I due drivers ufficiali guideranno la SF71H, vettura utilizzata dalla casa di Maranello nella stagione 2018

Ferrari al Mugello: test con Vettel e Leclerc in vista del GP d'Austria
Ferrari al Mugello: test con Vettel e Leclerc in vista del GP d'Austria ANSA

La Ferrari tornerà domani in pista all'autodromo del Mugello a partire dalle 9, e rigorosamente a porte chiuse per pubblico e stampa causa Covid19, per una sessione di test che vedrà protagonisti Sebastian Vettel e Charles Leclerc. I due drivers ufficiali guideranno la SF71H, vettura utilizzata dalla casa di Maranello nella stagione 2018.

Anche le gomme non saranno quelle che verranno usate a partire dal weekend del 5 luglio, data della partenza ufficiale del mondiale di Formula 1, ma quelle che vengono montate per le manifestazioni dimostrative. Quindi nessuno sguardo particolare al cronometro e al numero di giri. L'unico scopo - fa sapere la Ferrari - è provare e mettere a punto le procedure Covid da tenere in pista e nei box e 'togliere la ruggine' ai piloti che fra due settimane riprenderanno a lottare per il titolo mondiale.

Hamilton scende in piazza per Black Lives Matter

Lewis Hamilton ha preso parte ad una manifestazione tenutasi ieri a Londra contro il razzismo e conclusasi nell'iconica cornice di Hyde Park. «Oggi sono andato a Hyde Park per partecipare ad una protesta pacifica, e sono stato orgoglioso di vedere così tante persone di razze e background differenti che supportano questo movimento - ha scritto Lewis sui suoi social - sono orgoglioso si sostenere il movimento Black Lives Matter e la mia eredità nera, e sono felice di vedere persone di tutte le età esibire la loro adesione a Black Lives Matter manifestando appassionatamente come ho fatto io. Sono stato anche felice di vedere il supporto di tanti sostenitori bianchi, presenti in nome dell'uguaglianza per tutti. Sono estremamente convinto che il cambiamento arriverà, ma non possiamo fermarci ora».

Hamilton è sceso in piazza con una maglietta nera «Black is a vibe» esibendo un cartello in mano con il messaggio «Black Lives Matter». Dietro di lui, anche in questa occasione, la sua assistente Angela Cullen. In precedenza Lewis aveva pubblicato sui suoi social un messaggio indirizzato a chi non ha preso posizione in merito al movimento di protesta emerso spontaneamente dopo l'omicidio Floyd.

«Il vostro silenzio è ancora assordante - ha scritto Hamilton - potete anche essere persone non razziste, ma abbiamo bisogno che tutti dimostrino di essere contrari al razzismo. Aiutateci a diffondere il messaggio e a rendere consapevoli le persone delle ingiustizie e dei pregiudizi che le persone di colore affrontano quotidianamente, e lo fanno da centinaia di anni. Non possiamo più tacere, e abbiamo bisogno della vostra voce, abbiamo bisogno che voi usciate dalla vostra comfort-zone e che prendiate posizione. Incoraggiate la vostra famiglia, i vostri amici e i vostri colleghi a schierarsi, solo così potremo aiutare il mondo a cambiare».