9 aprile 2020
Aggiornato 06:30
Calcio | Serie A

La Juventus batte la Roma ed è campione d'inverno

Demiral e Ronaldo su rigore segnano nei primi dieci minuti. A Fonseca non basta Perotti dal dischetto. Brutto infortunio per Zaniolo, salterà gli europei

L'esultanza di Ronaldo dopo il goal alla Roma
L'esultanza di Ronaldo dopo il goal alla Roma ANSA

ROMA - La Juventus ha chiuso il girone d'andata di Serie A battendo 2-1 la Roma all'Olimpico e laureandosi campione d'inverno con 48 punti in 19 giornate. Ai bianconeri di Sarri sono bastati i primi dieci minuti per ottenere i tre punti, sbloccando il match al 3' con Demiral e raddoppiando con Ronaldo su rigore al 10'. La reazione della Roma ha portato al palo di Dzeko al 65' e il gol su rigore di Perotti al 68'. Brutto infortunio per Zaniolo. Responso impietoso: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale, dovrà stare lontano dai campi per diversi mesi e quasi certamente salterà gli Europei per il dispiacere del ct Mancini che era all'Olimpico.

«Siamo contenti per tre punti su un campo difficilissimo facendo una buona prestazione ma dobbiamo gestire meglio il risultato». Così il tecnico della Juve Maurizio Sarri dopo la vittoria dell'Olimpico contro la Roma che vale il titolo d'inverno. «Abbiamo fatto bene per 60 minuti, era inevitabile soffrire a Roma contro una squadra in gamba come la Roma. Dybala arrabbiato all'uscita? Non me ne può fregare di meno, se si arrabbia e risponde sul campo va benissimo"

Brutto momento per la Roma che contro la Juventus ha subito la seconda sconfitta consecutiva in casa nel 2020 e ha perso Zaniolo per un brutto infortunio: «Siamo molto tristi per lui ed è un grosso problema per noi». I giallorossi hanno pagato i primi 10' dove hanno subito due gol: «E' sempre difficile giocare contro la Juventus, se poi regaliamo due gol nei primi minuti lo diventa ancora di più. Dopo però la squadra ha fatto una buona partita, specialmente nel secondo tempo dove abbiamo aggredito la Juventus. Recuperare due gol però non è facile».

L'Atalanta blocca l'Inter: 1-1 a San Siro

Nel terzo anticipo della 19a giornata di Serie A, l'Inter non va oltre l'1-1 con l'Atalanta e chiude il girone d'andata a quota 46 punti. I nerazzurri partono fortissimo e trovano il gol del vantaggio con Lautaro Martinez al 4'. L'argentino va vicino al raddoppio al 22', poi l'Atalanta cresce: Toloi ha una doppia chance al 40', poi Gosens al 75' sorprende Candreva e trova il meritato pareggio. All'88' Handanovic para un rigore. Conte non è soddisfatto: «Abbiamo affrontato la partita senza 4 elementi, e per noi questo significa tanto - ha spiegato -. Noi abbiamo retto botta, l'Atalanta l'anno scorso ci è finita davanti ma ora abbiamo 11 punti in più, è la dimostrazione che stiamo facendo qualcosa di straordinario. Abbiamo fatto il possibile per vincere. Prego non ci siano defezioni, la coperta è corta».

Samp a valanga. Vincono Fiorentina e Torino

Un gol di Pezzella all'82' regala la vittoria alla Fiorentina contro la Spal. La Sampdoria sommerge 5-1 il Brescia passato in vantaggio dopo 12 minuti. Nella terza gara del pomeriggio vittoria del Torino sul Bologna.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal