13 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Juventus: tutto quello che accadrà nel calciomercato invernale

Bianconeri dominatori della serie A e con grandi ambizioni europee. Ecco cosa succederà a gennaio in casa juventina
La Juventus 2018-2019 sta dominando il campionato italiano ed è prima anche in Coppa Campioni
La Juventus 2018-2019 sta dominando il campionato italiano ed è prima anche in Coppa Campioni (ANSA)

TORINO - La vittoria di sabato pomeriggio allo Juventus Stadium contro la Spal è stata come tante ce ne sono state e altrettante ce ne saranno per i campioni d'Italia della Juventus: qualche difficoltà dovuta alla resistenza degli avversari, un dominio quasi totale, due reti, una per tempo, tanto per ribadire la forza e la compattezza di una squadra che con 37 punti su 39 nelle prime 13 giornate di campionato si avvia a conquistare l'ottavo scudetto consecutivo, dando la caccia anche a quella Coppa dei Campioni che è il grande sogno dei bianconeri che la aspettano ormai da quasi 23 anni. L'organico di Massimiliano Allegri è certamente il più completo della serie A, non solo per la presenza di Cristiano Ronaldo e di una serie di fuoriclasse da far invidia alle altre partecipanti del campionato, ma anche per la moltitudine di soluzioni che il tecnico juventino può scegliere nello schieramento della sua squadra.

MERCATO INTELLIGENTE - Sabato contro la Spal hanno giocato Perin al posto di Szczęsny, Rugani al posto di Benatia,  De Sciglio al posto di Cancelo, Douglas Costa al posto di Dybala, senza che nessuno si accorgesse della differenza. Ad una rosa così, cosa può occorrere nel calciomercato di gennaio, definito volgarmente «mercato di riparazione»? La Juve non ha nulla da riparare ed Allegri è stato chiaro nella conferenza stampa pre Spal: « A gennaio non chiedo niente alla società». Segno che il tecnico toscano è consapevole di aver per le mani una macchina perfetta a cui sarebbe meglio non cambiare alcun ingranaggio; ma una riflessione la Juventus la fa lo stesso circa la sessione invernale della campagna trasferimenti: alcuni calciatori sono scontenti, vedi Benatia e Rugani, che a gennaio potrebbero valutare offerte alternative che potrebbero portare la dirigenza juventina a reperire un nuovo elemento per la retroguardia.

RITORNI - Tornerà poi a disposizione Spinazzola che sarà una valida alternativa in difesa e all'occorrenza anche a centrocampo dove però i continui malanni di Khedira ed Emre Can non stanno passando sottotraccia e qualche movimento nella zona nevralgica del campo potrebbe essere fatto, forse non i ritorni eccellenti di Pogba e Vidal (troppo onerosi ed ingombranti a metà stagione), ma forse quello di Stefano Sturaro che aggiungerebbe corsa e dinamismo alla mediana bianconera e che basterebbe a renderla ancor più solida e completa, permettendo ad Allegri di avere un missile che inghiotta a tutta velocità il campionato di serie A e si lanci alla conquista di quel pianeta lontano ma mai così vicino alla galassia juventina e chiamato Coppa dei Campioni.