13 dicembre 2018
Aggiornato 04:30

Ecco cosa farà la Juventus con Kean a gennaio

Il giovanissimo attaccante bianconero sta trovando poco spazio dopo il prestito al Verona e nel mercato invernale potrebbe essere nuovamente mandato a giocare
Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus
Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus (ANSA)

TORINO - Verrà ricordato come il primo classe 2000 ad aver segnato in serie A (ultima giornata del campionato di due anni fa, Bologna-Juventus) ed il primo ad aver esordito con la maglia della nazionale italiana, un particolare, quest’ultimo, che potrebbe essere l’unica gioia di Moise Kean nella stagione 2018-209. Il giovane attaccante di origini africane ma piemontese doc è infatti rientrato quest’anno alla casa madre Juventus dopo il prestito al Verona, fortemente voluto da Massimiliano Allegri, convinto che la punta potesse imparare moltissimo dagli allenamenti e dalla frequentazione quotidiana con Cristiano Ronaldo e company, anche sacrificando il suo minutaggio in campo. Ammirato anche da Roberto Mancini (che infatti lo ha chiamato in azzurro facendolo pure debuttare nell’amichevole di Genk contro gli Stati Uniti), Kean non è però riuscito sinora a ritagliarsi spazio in un’annata che per la Juventus significa assalto all’ottavo scudetto di fila e soprattutto a quella Coppa dei Campioni che a Torino manca dal 1996 e che mai come quest’anno sembra alla portata dei bianconeri.  

Soluzioni alternative
Tempo per esperimenti e test, insomma, non sembra esserci e gli spazi per Kean appaiono più ridotti che mai da qui alla fine della stagione, forse la sola Coppa Italia potrebbe riservare qualche possibilità all’ex attaccante del Verona di mettersi in mostra con la maglia dei campioni d’Italia. Lo stesso Allegri si sta pian piano accorgendo che il talentuoso classe 2000 difficilmente accumulerà più di qualche spezzone di gara e che l’apprendistato assieme ai fuoriclasse juventini può servire, ma che anche la continuità in campo ha il suo peso nella crescita di un calciatore giovane come Kean.

Mezza serie A alla finestra
Ecco allora che l’ipotesi di un nuovo prestito nella sessione di gennaio del calciomercato inizia a prendere corpo come soluzione più probabile per la punta bianconera: Bologna, Parma, Sampdoria e Udinese sono alla finestra ed aspettano solo un segnale della Juventus per farsi avanti ufficialmente e regalare minuti ed esperienza ad un ragazzo che se manterrà le premesse farà parlare a lungo di sé.