16 dicembre 2018
Aggiornato 12:00

Milan: l'arrivo di Paquetà slitta in estate

Il talentuoso brasiliano, già acquistato in rossonero, potrebbe rinviare di qualche mese il suo sbarco in Italia

Lucas Paquetà, neo acquisto del Milan
Lucas Paquetà, neo acquisto del Milan (ANSA)

MILANO - Una mossa rapida, fulminea ed intelligente, un gioco d'anticipo degno dei migliori difensori del mondo. L'acquisto da parte del Milan del talentuoso centrocampista offensivo brasiliano Lucas Paquetà ha riportato il popolo rossonero con la mente a qualche anno addietro, quando Leonardo riusciva a portare a Milano dal Brasile una volta Kakà, una volta Pato e un'altra Thiago Silva, fuoriclasse che hanno fatto la storia milanista conducendo il club a successi nazionali ed internazionali. Paquetà era ambito da numerose società europee, ma ha scelto il Milan che più degli altri lo ha voluto e che ne ha individuato doti e qualità tali da poter indossare la maglia rossonera già a gennaio, andando ad aumentare la competitività dell'organico di Gennaro Gattuso.

Esigenze e priorità - Ma proprio quando Paquetà era pronto ad arrivare in Italia e a scendere in campo col Milan ad inizio 2019, magari anche nella Supercoppa Italiana contro la Juventus del prossimo 16 gennaio, alcune indiscrezioni provenienti da Milanello e riportate dal Corriere dello Sport, parlano di uno slittamento dell'approdo del brasiliano al Milan a giugno con 5 mesi di ritardo. Il motivo? Non tecnico, tattico o caratteriale, ma regolamentare: visti i ripetuti e seri infortuni che hanno coinvolto difesa e centrocampo, e vista la necessità di reperire a gennaio un'altra punta, Leonardo e Maldini stanno ragionando circa l'ipotesi di lasciar libera una casella di extracomunitari che invece Paquetà andrebbe a riempire.

Decisione - La dirigenza milanista deve scegliere ed eventualmente fare di necessità virtù, sacrificando l'arrivo di Paquetà, bravo ma superfluo rispetto all'obbligo di reperire almeno un difensore, un regista ed un centravanti, dei quali uno potrebbe essere anche un calciatore non europeo. Da qui alla fine di dicembre, insomma, al Milan si dovrà valutare, stabilire e decidere cosa fare, come intervenire sul mercato e, di conseguenza, accogliere il talento di Paquetà già in inverno e a metà stagione o rimandarlo per l'inizio della prossima.