17 dicembre 2018
Aggiornato 10:52

Juventus: c'è un obiettivo da raggiungere prima della sosta

I bianconeri, dopo lo stop col Genoa e la vittoria di Manchester, puntano al filotto novembrino prima della pausa.

La Juventus 2018-2019 sta dominando il campionato italiano ed è prima a punteggio pieno anche in Coppa Campioni
La Juventus 2018-2019 sta dominando il campionato italiano ed è prima a punteggio pieno anche in Coppa Campioni (ANSA)

TORINO - Il pareggio di sabato scorso contro il Genoa (primo stop dell’anno fra campionato e coppa), aveva lanciato un minuscolo allarme nell’ambiente juventino, abituato forse fin troppo bene dopo anni di trionfi ed un avvio di stagione strabiliante. L’arrivo di Cristiano Ronaldo, l’obiettivo di vincere finalmente la Champions League dopo 23 anni e la consapevolezza di avere un organico nettamente superiore alle rivali in serie A aveva forse fatto credere alla Juventus di essere invincibile, mentre l’1-1 dello Juventus Stadium contro i liguri ha rimesso tutti con i piedi per terra, invogliando gli uomini di Massimiliano Allegri a rendere al massimo martedì sera all’Old Trafford quando in effetti una rete di Paulo Dybala nel primo tempo ha regolato i Red Devils rendendo quasi ipotecata la qualificazione dei campioni d’Italia agli ottavi di finale con ancora tre partite da disputare.

PERCORSO NETTO - Il tecnico bianconero è conscio della forza del proprio organico, specialmente in campionato, ma sa anche che la serie A può riservare brutte sorprese se le partite vengono affrontare con sufficienza e perdere uno scudetto per semplice negligenza sarebbe un peccato mortale per una compagine in grado di poter arrivare all’ottavo titolo consecutivo, continuando a distruggere i record del campionato italiano. Allegri chiede ai suoi calciatori uno sforzo, ovvero vincere tutte le gare in programma da qui alla sosta di metà novembre per distanziare in maniera forse definitiva gli avversari in campionato.

CALENDARIO - Si parte da sabato pomeriggio alle 18 ad Empoli, si prosegue sabato 3 novembre allo Juventus Stadium contro il Cagliari alle 20:30, si chiude domenica 11 (sempre alle 20:30) a San Siro contro il Milan, quattro giorni dopo Juve-Manchester United del 7 novembre (inizio ore 21), la partita che potrebbe qualificare aritmeticamente i bianconeri al secondo turno di Coppa dei Campioni con ben due giornate di anticipo. Allegri sa che questa stagione può regalare il sogno più grande ma anche l’ennesimo scudetto di una serie che pare infinita e non vuole lasciare al caso neanche il minimo dettaglio.