12 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Ferrari, possibile l’addio di Arrivabene

Arrivabene lontano dalla Ferrari? È più di un’ipotesi: il suo nuovo inizio si chiama Juventus
Maurizio Arrivabene al muretto box della Ferrari
Maurizio Arrivabene al muretto box della Ferrari (Daniel Dal Zennaro | ANSA)

MARANELLO - Mentre un altro titolo mondiale scivola via dalle mani della Ferrari, dritto verso il team Mercedes, la pressione sulle spalle di Maurizio Arrivabene inizia a farsi sempre più pesante. Il sessantunenne bresciano, in parte frustrato dal non essere riuscito nell’intento di tenere Kimi Raikkonen a Maranello per un altro anno, è pronto per un nuovo inizio. Se dovesse lasciare la Rossa, la nuova vita di Maurizio Arrivabene potrebbe cominciare lontano dalla Formula 1. Dove? In Serie A. Sono in molti a sostenere che l’attuale Team Principal della Ferrari potrebbe prendere il posto di Giuseppe Marotta come CEO della Juventus.

BINOTTO IN POLE - Arrivabene, nel team bianconero, ricopriva già il ruolo di consigliere indipendente del consiglio d'amministrazione ed è strettamente associato alla famiglia Agnelli, possessore di Exor, la holding dietro ai marchi Ferrari, FIAT e Juventus. La società ha rilasciato una lista di nove candidati per il ruolo di amministratore delegato, tra i quali spunta il nome di Arrivabene. Se la nomina dovesse veder diventare effettiva il posto di Team Principal verrà – probabilmente – assegnato Mattia Binotto.