25 aprile 2024
Aggiornato 10:30
Calcio

Milan-Halilovic: storia già ai titoli di coda

Ancora incerto il futuro del centrocampista croato, finito ai margini della squadra di Gattuso

Alen Halilovic, centrocampista croato del Milan
Alen Halilovic, centrocampista croato del Milan Foto: ANSA

MILANO - Alen Halilovic e il Milan, un binomio che non riesce ad incastrarsi a dovere, un talento che non riesce ancora ad impremere alla sua carriera il definitivo processo di maturazione, nonostante le premesse e la ancor giovane età. Giunto a Milanello in estate, ultimo arrivo deciso dalla vecchia dirigenza prima dell'approdo del fondo Elliott e dei ritorni di Paolo Maldini e Leonardo, il centrocampista slavo ha sin da subito fatto sospettare a Gennaro Gattuso di trovarsi di fronte ad un calciatore dalle spiccate doti tecniche, ma ancora incompleto dal punto di vista tattico, fisico e probabilmente caratteriale. Poco impiegato nelle amichevoli pre campionato, addirittura in tribuna nelle prima sfide ufficiali della stagione, come ad esempio la trasferta di Cagliari nella quale il tecnico rossonero doveva già fare a meno di un paio di uomini.

Futuro da valutare

L'esordio in Coppa Uefa contro il Dudelange (neanche 5 minuti da subentrato) non ha scacciato i dubbi sulla considerazione di Halilovic, anzi, il non esser stato impiegato sin dall'inizio da Gattuso, o comunque il non essere entrato per una maggior porzione di gara, ha alimentato le perplessità su un calciatore che difficilmente riuscirà a trovare spazio nell'annata in corso. Gattuso non lo ritiene pronto, probabilmente non si fida e lo tiene ai margini della rosa, in attesa del segnale giusto per proporlo con più stabilità. Nel frattempo, diversi club si stanno interessando ad Halilovic, in testa a tutti c'è il Girona, formazione che milita nella Liga spagnola, torneo nel quale il croato ha già giocato l'anno scorso quando vestiva la maglia del Las Palmas in prestito dall'Amburgo; se da qui a gennaio Halilovic non convincerà Gattuso, il Milan aprirà alla partenza del calciatore, a quel punto diretto nuovamente in Spagna dove potrebbe trovare maggior spazio e tentare ancora la scalata ad un'affermazione nel grande calcio che si sta allontanando sempre più.