20 gennaio 2022
Aggiornato 20:00
Calcio

Milan: Gattuso non convinto da Halilovic

Il centrocampista croato è stato escluso dai convocati per la trasferta di Cagliari ed il suo futuro in rossonero è sempre più incerto

MILANO - La vecchia proprietà e dirigenza del Milan, oltre all'eredità "economica" e ai guai con la Uefa, ha lasciato come eredità al nuovo corso rossonero anche gli ultimi bizzarri acquisti che erano stati regalati a Gennaro Gattuso quando la situazione societaria era ancora particolarmente nebulosa ed i soldi per il calciomercato scarseggiavano. Era ancora impensabile ipotizzare, ad esempio, l'arrivo di Gonzalo Higuain dalla Juventus, ma era ancor più complicato capire che fine avrebbe fatto la squadra milanista, totalmente bloccata in una campagna acquisti che appariva tutt'altro che incoraggiante.

Bocciatura

Ad arrivare a Milanello fra l'inddiferenza generale e lo stupore c'era anche il semi sconosciuto Alen Halilovic, centrocampista croato di proprietà dell'Amburgo e reduce dal prestito in Spagna al Las Palmas. Classe 1996, Halilovic è ritenuto uno dei più promettenti talenti della sua generazione in patria, ma nelle ultime stagioni ha fornito prestazioni alterne che ne hanno minato l'ascesa. Giunto al Milan è stato valutato da Gattuso che lo ha provato qualche volta in allenamento senza però mai farlo esordire in gare ufficiali, anzi, nonostante la rete del calciatore in settimana con la maglia dell'Under 21 croato, il tecnico rossonero lo ha escluso dalla lista dei convocati per la trasferta di Cagliari, altro segnale che conferma come il centrocampista slavo al momento non abbia convinto l'allenatore calabrese che lo ritiene ancora immaturo e poco utile alla causa milanista. Da quanto trapela da Milanello, Gattuso terrà d'occhio Halilovic fino a dicembre, poi a gennaio verrà presa una decisione sul suo futuro; il tempo per convincere l'allenatore, dunque, c'è ma al centrocampista croato occorre fare in fretta per mostrare anche al Milan le sue capacità.