16 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Milan: slitta ancora il rientro di Conti

Incerta la data in cui il terzino tornerà a disposizione, Gattuso e lo staff medico ragionano con calma
Andrea Conti, terzino del Milan e della nazionale italiana
Andrea Conti, terzino del Milan e della nazionale italiana (ANSA)

MILANO - Andrea Conti vive un calvario drammatico da circa un anno: era il 15 settembre 2017, infatti, quando durante un allenamento il terzino del Milan si procurava la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, vedendosi costretto a subire un intervento chirurgico che lo riporta sui campetti di Milanello a primavera. Il 27 marzo, sempre durante un allenamento, Conti riporta una nuova lesione allo stesso ginocchio, con conseguente nuova operazione e rientro in campo posticipato di altri 6-7 mesi. Stavolta, però, al Milan nessuno si è voluto far trovare impreparato: stavolta nessuno vuole rischiare un rientro frettoloso, perchè un terzo crack consecutivo potrebbe porre definitivamente la parola fine alla carriera dell'ex difensore dell'Atalanta, almeno a grandi livelli.

Cautela

I post su Facebook del calciatore, scalpitante per tornare a giocare, lasciavano presagire ad un rientro anticipato sulla tabella di marcia, ma il Milan intero ora frena di brutto. Conti sarebbe dovuto tornare a disposizione ad inizio settembre, ma i medici hanno preferito aspettare ancora, rimandando tutto alla fine del mese; rientro posticipato di 30 giorni, dunque, con possibile convocazione per Milan-Chievo del 7 ottobre e definitiva ristabilizzazione per il derby di due settimane più tardi. Le ultime notizie, però, parlano di ancora più precauzione: Gattuso (che di comune accordo col calciatore lo ha escluso dalla lista Uefa del primo turno) e i medici vogliono che Conti rientri quando le possibilità di un nuovo stop non saranno neanche da prendere in considerazione e dunque le chances di rivederlo in campo prima di novembre sono bassissime. Probabile, a questo punto, che il terzino classe 1994 torni a disposizione per Udinese-Milan del 4 novembre e prepararsi così ad una seconda parte di stagione da protagonista.