17 luglio 2019
Aggiornato 02:00

Milan: in arrivo la sanzione dalla Uefa

A settembre ci sarà il pronunciamento degli organi europei nei confronti del club rossonero

L'Uefa si deve pronunciare a breve circa le sanzioni da infliggere al Milan
L'Uefa si deve pronunciare a breve circa le sanzioni da infliggere al Milan ANSA

MILANO - Dopo il caos di inizio estate ed il viaggio di andata e ritorno con l'inferno, il Milan torna ad affrontare la Uefa per quanto riguarda sanzioni e punizioni circa il comportamento avuto nel triennio 2014-2017 e che aveva anche causato la temporanea esclusione dei rossoneri dalle competizioni europee, sentenza poi ribaltata dal TAS di Losanna anche grazie al cambio di proprietà in seno alla società rossonera, passato dalla misteriosa gestione cinese di Yonghong Li alla solidità del fondo statunitense Elliott. Una rivoluzione necessaria per riportare il Milan a giocare in Europa, ma che non cancella le sanzioni che il club dovrà comunque ricevere dalla Uefa.

Punizione in arrivo

Il Milan sa, infatti, che proprio in questo mese di settembre la Uefa si pronuncerà circa le sanzioni da infliggere alla società milanese, rea di non aver rispettato i parametri del Fair-Play Finanziario nel già citato triennio 2014-2017. In molti hanno pronosticato una semplice ma salata multa, anche se non appare così scontata la pena pecuniaria per i rossoneri che attendono nei prossimi 20 giorni la punizione inflitta dalla Uefa, per poi programmare assieme ai vertici europei anche il famoso Voluntary Agreement, per ben due volte rifiutato a Marco Fassone nella scorsa stagione e che stavolta, invece, potrebbe essere accettato.