24 settembre 2018
Aggiornato 22:30

Milan: un altro tabł sfatato

Contro la Roma i rossoneri hanno ottenuto una vittoria importantissima, ma anche spezzato una maledizione ultra decennale
Il Milan esulta dopo il successo contro la Roma
Il Milan esulta dopo il successo contro la Roma (ANSA)

MILANO - La vittoria ottenuta contro la Roma ha rilanciato le aspirazioni del Milan dopo la sconfitta al debutto con il Napoli, dimostrando che la formazione di Gennaro Gattuso ha tutte le carte in regola per battagliare con le rivali che si giocheranno i primi quattro posti della serie A. Una vittoria conquistata col cuore, con la volontà ma anche con una disposizione tattica apparsa diversa rispetto a quelle del passato, un Milan più ordinato e ben messo in campo, migliorato anche nei singoli, perchè da Donnarumma a Calabria, passando per Rodriguez ed arrivando a Biglia e Suso, in molti sono sembrati più attenti e più incisivi, determinando poi, assieme al resto della squadra, il successo milanista contro i giallorossi.

Tabù

Ma la vittoria con la Roma ha permesso al Milan di rompere anche un'altra maledizione che durava ormai da 12 anni, ovvero quella di battere una grande del campionato italiano nei minuti di recupero. Era l'ultima giornata della serie A 2005-2006, infatti, quando i rossoneri vinsero proprio contro la Roma grazie ad un calcio di rigore di Marcio Amoroso dopo il 90'. Da allora, il Milan non era più riuscito ad ottenere vittorie nel recupero contro le grandi, al massimo aveva raccolto qualche pareggio in extremis (il pari di Zapata al 96' nel derby contro l'Inter dell'aprile 2017, ad esempio), oltre ad un paio di sconfitte dolorose come quella di Torino contro la Juve nel 2017 o nell'altro derby con l'Inter la stagione successiva. Una semplice statistica, o forse qualcosa di più, probabilmente un altro tassello che dimostra come il Milan voglia decisamente cambiare marcia.