27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Calcio

Continua il pressing del Cagliari per Locatelli

Il centrocampista milanista è uno degli obiettivi principali di diverse formazioni di serie A

Manuel Locatelli, centrocampista del Milan
Manuel Locatelli, centrocampista del Milan ANSA

MILANO - Dopo l’exploit iniziale con grandi prestazioni e le due bellissime reti contro Sassuolo e Juventus, Manuel Locatelli sembra essere finito nel dimenticatoio di Milanello, chiuso dal centrocampo titolare rossonero e alle prese con una fisiologica crescita che in talento classe 1998 è più che lecita. Nella stagione appena conclusa, il centrocampista rossonero ha giocato poco, male e quasi mai dall’inizio, segno che la sua maturazione non è ancora arrivata a compimento, nonostante doti tecniche assolutamente non in discussione. Logico che con queste premesse il Milan voglia aspettare il calciatore (senza ripetere, ad esempio, l’esperienza legata a Bryan Cristante) pur non riuscendo ancora a farne un titolare della squadra; meglio allora che vada a giocare in prestito altrove?

Offerte

Valutazione che la dirigenza milanista ha fatto assieme a Gennaro Gattuso, giungendo alla conclusione che allo stato delle cose attuale, Locatelli rischierebbe di non giocare neanche in una situazione diversa. Meglio trattenerlo, allora, centellinarlo e svezzarlo fino al punto in cui il ragazzo riuscirà a camminare con le proprie gambe. Ecco perché i rossoneri hanno respinto le offerte di Fiorentina e Spal lo scorso gennaio e respingeranno il fortissimo pressing che sta esercitando ora il Cagliari, desideroso di portare a casa il talentino milanista. Telefonate e proposte si stanno intensificando dalla Sardegna, i rossoblù premono, ma il Milan è intenzionato a dire no, a proteggere, coccolare e coltivare un ragazzo che ancora molto ha da regalare al popolo rossonero.