10 dicembre 2018
Aggiornato 01:30

Milan: il futuro di Abate è legato al rientro di Conti

Cantiere aperto a Milanello in fatto di terzini: non tutti sono certi di restare in rossonero
Ignazio Abate, terzino destro del Milan
Ignazio Abate, terzino destro del Milan (ANSA)

MILANO - Milan in attesa ancora del verdetto Uefa che stabilirà se il club milanese potrà disputare le prossime edizioni delle coppe europee o meno, sentenza che sbloccherà inevitabulmente (in un senso o nell'altro) anche il calciomercato dei rossoneri, ancora bloccato dalle incertezze sopra citate. Nel frattempo, però, la dirigenza milanista non se ne sta con le mani in mano e le trattative per rendere maggiormente competitivo l'organico a disposizione di Gennaro Gattuso in vista della prossima stagione. E ciò vale sia per il mercato in entrata e sia per quello in uscita, con una rosa da sfoltire e da rendere funzionale alle richieste dell'allenatore.

Terzini che vanno, terzini che vengono

Sul fronte dei difensori laterali, ad esempio, c'è parecchia incertezza: Ricardo Rodriguez, impegnato peraltro ai mondiali di Russia con la nazionale svizzera, è richiesto da diverse società europee (tedesche in particolare) e potrebbe lasciare Milano dopo una sola stagione se l'offerta salirà fino ai 15 milioni di euro. Permanenza in dubbio anche per Luca Antonelli, orami pressoché fuori dal progetto tecnico di Gattuso, contrariamente a Davide Calabria che è invece diventato titolare con l'avvento dell'allenatore calabrese che ne ha sfruttato capacità e caratteristiche, motivando anche un ragazzo che sembrava già perso.

Dubbi

Strettamente legate, infine, appaiono le vicende che coinvolgono Andrea Conti e Ignazio Abate: l'ex atalantino è pronto a rientrare dopo il doppio infortunio al legamento del ginocchio che gli ha fatto saltare l'intera stagione, ma per il quale i punti interrogativi sono tantissimi; come tornerà dopo un anno di inattività? Quanto tempo gli servirà per rientrare a pieno regime? La tabella di marcia per il recupero del terzino non si sbilancia, ma l'impressione è che il Milan punti a rispedire Conti in campo intorno a settembre, motivo per il quale difficilmente i rossoneri si priveranno di Abate che pure sembrava in procinto di salutare Milanello tentando un'avventura estera che a 32 anni suonati il difensore del Milan vorrebbe provare. Ma con l'incertezza sul recupero e la stabilità di Conti, Gattuso è intenzionato a bloccare la partenza di Abate per non ritrovarsi sguarnito in un reparto determinante per il suo modulo e in vista di quella che dovrà essere l'annata del rilancio in casa milanista.