Sport | Calcio

Milan-Napoli: per i rossoneri impresa non impossibile

Domenica a San Siro la squadra di Gattuso affronterà i partenopei secondi in classifica, un avversario sulla carta molto complicato da battere ma in condizioni non ottimali

Il Milan di gattuso domenica pomeriggio affronterà il Napoli a San Siro
Il Milan di gattuso domenica pomeriggio affronterà il Napoli a San Siro (ANSA)

MILANO - L'ultima settimana è stata complessa per il Milan, sconfitto dalla Juventus ed uscito con soli due punti dalle sfide contro Inter e Sassuolo, risultati che hanno di fatto estromesso i rossoneri dalla corsa al quarto posto e che li costringono ora a guardarsi le spalle perchè Fiorentina, Atalanta e Sampdoria fiutano la preda e vogliono conquistare quel sesto posto oggi nelle mani della formazione di Gennaro Gattuso. Domenica a San Siro (inizio ore 15) il Milan ospiterà il Napoli secondo in classifica e, almeno in teoria, ancora in lizza per lo scudetto; una gara che appare proibitiva per la compagine milanista che dovrà, oltretutto, rinunciare alla coppia titolare della difesa con Bonucci squalificato e Romagnoli infortunato.

Possibilità

Napoli dall'attacco esplosivo e dal gioco collaudato, Milan involuto e incerottato: non c'è partita, dunque? Non proprio, perchè se i rossoneri appaiono in difficoltà rispetto ad un mese fa, anche i partenopei non sembrano passarsela bene: nelle ultime tre gare di campionato, infatti, la formazione di Maurizio Sarri ha collezionato due vittorie striminzite al San Paolo contro Genoa e Chievo, ed un pareggio a Reggio Emilia contro il Sassuolo. I campani sono apparsi in evidente calo fisico e con i nervi tesi, come dimostrano le reazioni di Insigne (che ha mandato a quel paese tutto lo stadio dopo i giusti fischi rimediati per una prestazione mediocre) e di Diawara che ha zittito il pubblico dopo la sua rete decisiva contro il Chievo al 93'. In tre partite, inoltre, il Napoli è andato in rete con un difensore (Albiol), un centrocampista di rottura (Diawara) ed un centravanti di scorta (Milik), segno che anche il favoloso attacco napoletano si è inceppato; il Milan, oltretutto, potrà sfruttare l'emergenza sulla fascia sinistra azzurra con Ghoulam infortunato e Mario Rui squalificato, musica per le orecchie di Suso che potrà puntare l'usurato e adattato Christian Maggio sulla corsia preferita dallo spagnolo. Milan-Napoli resta una gara complicata, la più difficile per i rossoneri in questo finale di stagione, ma forse oggi anche a Napoli nessuno fa salti di gioia.