20 giugno 2019
Aggiornato 19:30
Formula 1 | Gran Premio d'Australia

Alba rossa: Vettel ribalta Hamilton e trionfa a Melbourne

Il tedesco della Ferrari frega l'anglo-caraibico della Mercedes grazie ad un capolavoro strategico del muretto e ad un pizzico di fortuna. Ed è subito festa

Sebastian Vettel (Ferrari) sul gradino più alto del podio del GP d'Australia di Formula 1
Sebastian Vettel (Ferrari) sul gradino più alto del podio del GP d'Australia di Formula 1 ( ANSA )

MELBOURNE – Si apre con una clamorosa sorpresa nel Gran Premio inaugurale in Australia il Mondiale 2018 di Formula 1: Sebastian Vettel ribalta il risultato delle qualifiche e vince la gara di Melbourne grazie ad una strategia perfetta del muretto box della sua Ferrari e ad un pizzico di fortuna. È stata infatti una virtual safety car intervenuta intorno a metà gara, quando la Haas di Romain Grosjean è rimasta ferma in pista alla curva 2 per una ruota montata male al pit stop, ad offrirgli il momento ideale per la sua sosta ai box. Al rientro in pista dopo il cambio gomme, il campione tedesco è così riuscito a mantenere il comando della gara mettendosi dietro la Mercedes di Lewis Hamilton che aveva già effettuato la sua fermata in precedenza, marcando l'altro ferrarista Kimi Raikkonen.

Duelli conclusivi
Negli ultimi giri si è accesa la battaglia per la vittoria tra Vettel e Hamilton, ma prima un errore alla curva 9, quando il pilota anglo-caraibico è finito nell'erba, poi il degrado delle sue gomme che erano di sei giri più vecchie rispetto a quelle del suo rivale, gli hanno impedito di portare al successo i suoi attacchi. La vittoria è andata dunque a Sebastian, davanti a Lewis staccato di oltre cinque secondi e a Kimi, che è riuscito a tenere a bada la rimonta dell'idolo di casa Daniel Ricciardo. Fernando Alonso può festeggiare il quinto posto al debutto del motore Renault sulla sua McLaren, davanti a Max Verstappen le cui chance sono state compromesse prima dal tappo delle Haas che ha rovinato la sua strategia, poi da un testacoda nel tentativo di superare Magnussen, infine da un sorpasso compiuto in regime di safety car che lo ha costretto a cedere la posizione allo stesso Alonso. Nico Hulkenberg porta al sesto posto la Renault, mentre la seconda Freccia d'argento di Valtteri Bottas ha recuperato dall'incidente in qualifica e dalla penalità in griglia di partenza fino a chiudere ottavo. La Alfa Romeo Sauber esordisce invece con il tredicesimo posto di Charles Leclerc e con un ritiro per il suo compagno di squadra Marcus Ericsson.