16 settembre 2019
Aggiornato 01:30

Dalla Spagna nuove accuse a Valentino Rossi: «Che brutto gesto!»

La crociata dei giornalisti iberici contro il Dottore si arricchisce di un nuovo capitolo: la polemica per gli spruzzi di champagne contro la hostess sul podio

Valentino Rossi spruzza lo champagne sul podio del Gran Premio del Qatar
Valentino Rossi spruzza lo champagne sul podio del Gran Premio del Qatar Michelin

ROMA – Gli spagnoli continuano a non risparmiare attacchi a Valentino Rossi. Questa volta il Dottore è finito al centro del mirino di El Periodico de Catalunya, un giornale catalano, che gli ha lanciato pesanti accuse per il suo comportamento sul podio del primo Gran Premio stagionale in Qatar. Per rispetto alle tradizioni religiose locali, infatti, durante la cerimonia di premiazione gli organizzatori avevano imposto ai piloti non soltanto di utilizzare champagne analcolico (come da sempre è in uso in terra musulmana), ma soprattutto di non spruzzare le ragazze presenti sul podio, anzi, di trattarle con estremo riguardo.

A sua insaputa
Peccato che questo divieto fosse stato comunicato durante la riunione del venerdì, a cui il fenomeno di Tavullia non ha partecipato. Dunque, perfettamente ignaro della normativa, dopo il suo terzo posto Vale si è comportato come al solito, innaffiando di spumante l'ombrellina che si trovava al suo fianco. Tanto è bastato per sollevare l'indignazione dei giornalisti iberici. «Il gesto di Rossi è stato brutto, molto brutto – ha scritto il quotidiano, citando una fonte non meglio specificata all'interno dell'organizzazione della MotoGP – perfettamente evitabile, sconveniente per un campione e, naturalmente, lo condanniamo, ma è chiaro che Valentino non sapeva che fosse proibito». L'equivoco, peraltro, era già stato chiarito pochi minuti dopo la stessa cerimonia del podio, quando Marc Marquez aveva avvisato il portacolori della Yamaha dell'errore commesso e lui si era subito scusato, spiegando di esserne totalmente all'oscuro.

Parole dure
Ma la testata spagnola non si è fermata qui, anzi, ha rincarato la dose con parole al vetriolo all'indirizzo del nove volte iridato: «Non c’è stato nessuno scandalo, non si è creata nessuna polemica. Forse perché si tratta dell’intoccabile Valentino Rossi, l’icona del motociclismo mondiale e l’uomo che, per il suo rinnovo con la Yamaha fino alla fine del 2020, ha ricevuto elogi da tutto il paddock della MotoGP. E pensare che nel 2015 Lewis Hamilton, per un gesto analogo, finì sulla graticola dei media per aver innaffiato una hostess sul podio del GP di Cina a Shanghai». Infine, come se questo non bastasse, il giornale ha indirizzato un'ultima critica al numero 46, per non aver partecipato al minuto di silenzio organizzato da tutti gli addetti ai lavori sul rettilineo della pista di Losail in ricordo dell'ex pilota tedesco Ralf Waldmann e del fondatore di Aprilia Ivano Beggio, entrambi recentemente scomparsi. Anche in questo caso, però, nessuno aveva avvisato Valentino, tanto che perfino la stessa fonte anonima citata da El Periodico de Catalunya ha ammesso che: «Sappiamo che Rossi è dispiaciuto per quello che ha fatto». Evidentemente nemmeno il pentimento è bastato ai giornalisti spagnoli, che non hanno voluto lasciarsi sfuggire questa ghiotta occasione per scagliarsi contro il fuoriclasse italiano, utilizzando toni che appaiono francamente eccessivi rispetto alla gravità dell'azione commessa.