18 agosto 2019
Aggiornato 01:00

Hamilton chiude in bellezza: «Sono già pronto per correre»

La conclusione della prima tornata di prove pre-campionato vede al comando la Mercedes, che stacca il miglior tempo dei quattro giorni e avvisa i rivali

La Mercedes di Lewis Hamilton in pista durante l'ultima giornata di test a Barcellona
La Mercedes di Lewis Hamilton in pista durante l'ultima giornata di test a Barcellona Mercedes

BARCELLONA – Lewis Hamilton scalpita: è già pronto per cominciare la stagione in cui difenderà il suo quarto titolo mondiale. Gli sono bastati in tutto 94 giri di test nella prima tornata a Barcellona: poche, complice il meteo sfavorevole. Eppure la sua Mercedes W09 è nata bene e lui non ha perso il suo guizzo durante l'inverno: la conferma definitiva è arrivata nella sessione di giovedì, l'ultima della settimana, che l'iridato in carica ha chiuso in testa con un tempo di 1:19.333, il migliore dei quattro giorni, stabilito per giunta con gomme medie. E la sua convinzione emerge anche dalle dichiarazioni a caldo: «Potremmo partire ora per Melbourne – ha affermato l'anglo-caraibico – Ad essere onesto, voglio correre. Nei test non c'è l'atmosfera competitiva, che è quello che mi manca durante queste lunghissime pause. Perciò quando torniamo a correre è divertente per la prima mezza giornata, perché risali in macchina, ma poi ti dici: 'Okay, ricominciamo'».

In crescendo
Prima di volare in Australia per il Gran Premio inaugurale, comunque, per fortuna ci sono altri quattro giorni di test in programma la prossima settimana sempre in Spagna, preziosi per percorrere altri chilometri e mettere a punto al meglio le nuove vetture, visto che stavolta il tempo dovrebbe risultare decisamente più asciutto e caldo: «Speriamo la prossima settimana di poter girare di più – ha affermato Hamilton – In questi giorni c'era il dubbio se andare a provare in Bahrein, dove il meteo è sempre buono e si può provare per tutto il giorno, fino alla sera. Ma mi piace venire qui in Europa, a Barcellona, una bella città, e speriamo che il meteo torni bello la prossima settimana». Alle sue spalle, nell'ultima giornata, si sono piazzate la McLaren di Stoffel Vandoorne e la Ferrari di Sebastian Vettel, terza con le gomme morbide. Problemi invece in casa Red Bull, dove Max Verstappen è riuscito a percorrere solo 35 giri a causa di un'uscita nella ghiaia alla curva 12.