18 novembre 2019
Aggiornato 22:00

Spalletti: «Abbiamo giocato con il cuore»

Il tecnico dei nerazzurri dopo la vittoria con il Benevento: «La squadra non è tranquilla a causa delle aspettative iniziali. Icardi nel derby ci sarà»

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter ANSA

MILANO - L'Inter batte il Benevento nell'anticipo della 27ma giornata del campionato di serie A. Primo tempo anonimo da parte dei nerazzurri, i quali lasciano campo alle iniziative del Benevento. Nel secondo tempo i sanniti vanno vicini al vantaggio con Coda, ma è l'Inter a passare con Skriniar su azione di calcio d'angolo. Tre minuti dopo Ranocchia firma il raddoppio, stavolta sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel finale Benevento in 10 per doppio giallo a Viola. Con questa vittoria l'Inter sale a quota 51 punti e scavalca la Roma al terzo posto, in attesa del match dei giallorossi con il Milan. Il Benevento rimane all'ultimo posto, con soli 10 punti raccolti finora.

SPALLETTI - «La squadra non è tranquilla, è evidente, per via del giochino iniziale delle aspettative che si sono create - il commento di Luciano Spalletti - D'altra parte, pur sbagliando molto questi ragazzi hanno giocato con il cuore, pur avendo la testa intasata».
«Rafinha? Sono molto soddisfatto, anche perché non pensavo riuscisse a giocare tutti questi minuti: a livello di condizione può crescere ancora, ma quello che ha fatto mi è piaciuto. Il presunto fallo da rigore di Ranocchia su Cataldi? Ranocchia mette la gamba lì per non farsi fare tunnel e Cataldi si va a scontrare sulla sua gamba, che è già lì: per me non è così netto. Icardi? Ha avuto un problema all’adduttore che ha necessitato un po' più tempo per le cure, ma nel derby ci sarà».