25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Formula 1

Hamilton-Mercedes: la nuova macchina c'è, manca solo il rinnovo

Nel giorno della presentazione della neonata W09, il campione del mondo in carica e la sua squadra hanno ribadito che il prolungamento del contratto si farà

Lewis Hamilton nel box di Silverstone durante la presentazione della Mercedes W09
Lewis Hamilton nel box di Silverstone durante la presentazione della Mercedes W09 Mercedes

SILVERSTONE – La nuova W09 è stata presentata, oggi a Silverstone, e a Lewis Hamilton sembra anche piacere moltissimo. Per coronare un matrimonio che non sembra conoscere alcuna crisi, né sul fronte delle prestazioni né su quello del morale, dunque, non resterebbe che firmare il tanto atteso rinnovo del contratto che lega il campione del mondo in carica alla Mercedes, in scadenza a fine stagione. Ma anche quel momento sembra ormai vicino: le fugaci tentazioni di un prepensionamento dalla Formula 1 paiono decisamente dietro le spalle e ora il pilota anglo-caraibico pensa solo a firmare prima ancora di scendere in pista per il Gran Premio inaugurale in Australia, in programma il prossimo 25 marzo. «Toto sa che io so che non c'è nessun pilota meglio di me, quindi non cercherà nessun altro, e lui sa che io so che non c'è nessun team meglio di questo, quindi non ne cercherò nessun altro – ha messo in chiaro Hamilton a margine della cerimonia di presentazione – Perciò siamo a nostro agio e legati vicendevolmente, quindi si tratta solo di sistemare i dettagli. Speriamo di aver firmato qualcosa prima dell'inizio della nuova stagione, prima della prima gara. Ma semplicemente, comunque, non c'è motivo per affrettare niente: non siamo nel panico, non mi sento sotto pressione».

Tutti d'accordo
Nessuna fretta, dunque, ma neppure alcun motivo per guardarsi intorno, per pensare ad un suo approdo ad altre squadre, nonostante i corteggiamenti non manchino (ultimo in ordine di tempo, quello della sua ex scuderia, la McLaren). «Toto e la Mercedes non hanno ragioni di credere che io parli con nessun'altra scuderia, non l'ho mai fatto in tutti e sei gli anni in cui sono qui – ha ribadito Lewis – Credo che questo dimostri il mio impegno. So che il team è stato contattato da altri piloti in passato e probabilmente succede ancora oggi, questo è inevitabile. Ma abbiamo sempre messo in chiaro che se dovessi valutare altre opzioni li informerei, e non ne ho avuto bisogno perché non è stato così». Che la firma del nuovo contratto con il quattro volte iridato sia dunque poco più di una semplice formalità lo ha confermato anche lo stesso team principal Toto Wolff: «Credo che prima avverrà e meglio sarà, ma non ha alcun senso metterci da soli sotto pressione fissando una scadenza. È importante coprire ogni angolo della collaborazione: lui corre con noi da sei anni e si tratta di parlare di un rinnovo, dopo molto tempo con lo stesso pilota nella stessa squadra. Penso che un obiettivo realistico sarebbe firmare entro qualche settimana».