2 giugno 2020
Aggiornato 14:30
Calcio

Lazio: rissa e lite nello spogliatoio

Burrascoso il dopo partita di lunedì sera contro il Genoa che ha portato ad un violento scontro all'uscita dal campo fra Inzaghi ed uno dei calciatori più rappresentativi

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio ANSA

ROMA - Clima teso, tesissimo, in casa laziale dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Milan e Genoa che hanno ridimensionato le ambizioni della squadra di Simone Inzaghi, sempre terza in classifica ma ora col fiato sul collo di Roma ed Inter, ormai ad un tiro di schioppo (e di punti) dai biancocelesti. Ma se il ko di San Siro col Milan poteva rientrare nella normalità di un campionato comunque al di sopra delle attese per la brillante Lazio di quest'anno, non altrettanto l'1-2 casalingo contro il Genoa, accolto con malumore e delusione dal popolo laziale che aveva ormai fatto la bocca ad una stagione da imbattibili, o quasi, ed ora invece riportati sulla terra dalle due battute d'arresto di fila.

Rissa sfiorata

In più, stando a quanto emerge da diverse fonti giornalistiche, il rientro negli spogliatoi della Lazio dopo la gara col Genoa di lunedì sera ha avuto uno strascico ampiamente delicato e pericoloso e che potrebbe ora minare la salute e la tranquillità del gruppo di Inzaghi. Lo stesso allenatore piacentino si è reso infatti protagonista di un durissimo scontro verbale con Felipe Anderson?? (entrato nel secondo tempo della partita coi liguri al posto di Marusic) che a caldo gli avrebbe detto: "Mister, te la prendi sempre con me, ormai l'ho capito", in riferimento ad un rimprovero del tecnico. Inzaghi, deluso dall'amdamento della gara e ancora in preda all'adrenalina, non ha evidentemente preso bene la risposta del calciatore brasiliano, tanto che i due, sempre stando a quanto riportato nello specifico dalla redazione sportiva di Mediaset, si sarebbero spintonati ed affrontati faccia a faccia fino all'intervento di Lucas Leiva, prontamente accorso nel separare la contesa. Ma la cosa non sarebbe finita con una doccia che solitamente rinfresca le idee e riordina il cervello, perchè Anderson (ormai quasi mai titolare) starebbe cercando contatti con diverse società europee per lasciare Roma a fine stagione e non dover pià lavorare con Inzaghi, col quale i rapporti, già non idilliaci, si sono definitivamente rotti, così come quelli con la tifoseria che, anche in occasione di Lazio-Genoa, ha sonoramente fischiato il numero 10 biancoceleste, ancora lontano dalla miglior condizione. Sirene che potrebbero presto risvegliare numerose formazioni inglesi (Chelsea e Liverpool su tutte), da tempo gà interessate al brasiliano, sempre più in rotta con squadra,allenatore ed ambiente.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal