15 giugno 2021
Aggiornato 18:30
Calcio

Juventus: tre big chiedono la cessione

Importanti indiscrezioni nell’ambiente bianconero scuotono la squadra in un momento delicatissimo della stagione. La prossima estate la Juve rischia la rivoluzione

TORINO - Proprio nel periodo più delicato della stagione, la Juventus si risveglia con la bomba di mercato che non ti aspetti e col rischio di uno spogliatoio spaccato in due. Con tre sfide scudetto in un mese (Napoli, Inter e Roma), la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa dei Campioni da raggiungere e il primo turno di Coppa Italia da affrontare, i bianconeri vengono scossi da presunte liti interne e diverbi che potrebbero sfociare con cessioni eccellenti, certo non a gennaio ma sicuramente a luglio.

Spaccatura

I problemi nascono certamente lontano, ma si materializzano nello spogliatoio di Marassi dopo Sampdoria-Juventus 3-2 dello scorso 19 novembre, quando a fine partita scoppia un violento diverbio fra i calciatori juventini, soprattutto fra qualche senatore e Cuadrado ed Alex Sandro, accusati di scarso impegno. I due, assieme a Lichtsteiner che da tempo è in rotta con l’ambiente e con Allegri dopo l’esclusione dalla lista europea, sono passati dalle parole ai fatti, andando direttamente in sede per chiedere ufficialmente la cessione; impossibile pensare che la Juventus si privi di Alex Sandro, Cuadrado e Lichtsteiner già a gennaio, assai più probabile la loro partenza la prossima estate. Sul terzino brasiliano c’è da tempo il Chelsea, pronto a fare ponti d’oro a lui e alla Juve, sul colombiano può fiondarsi il Valencia, mentre il laterale svizzero ha diverse richieste da Francia e Germania. Altri tre perni dell’imbattibile Juventus che dal 2012 domina in Italia, potrebbero presto lasciare Torino e dar vita ad un’autentica rivoluzione bianconera.