22 ottobre 2021
Aggiornato 09:30
Calcio | Nazionale

Milan: Bonucci predica sui social, i tifosi reagiscono

Ennesima sconfitta ed ennesima uscita su Instagram del capitano rossonero. Stavolta però la reazione dei tifosi è stata tutt’altro che tenera: l’invito a Bonucci è quello di smetterla con i social e concentrarsi sul lavoro in campo.

MILANO - Non c’è pace al Milan. L’ennesima sconfitta incassata dagli uomini di Montella, la terza consecutiva e la quarta in otto partite giocate, porta la firma di tutti, visto l’inglorioso ed incomprensibile primo tempo giocato dai rossoneri, ma uno più degli altri ha meritato il rimbrotto da parte di tutto il mondo del calcio: Leonardo Bonucci. Arrivato a Milanello sulle ali dell’entusiasmo di una tifoseria esaltata dall’acquisto di un leader come il difensore azzurro, l’ex juventino ha dovuto subito fare i conti con una realtà tutt’altro che piacevole.

Peggiore media voto
Senza entrare nel merito delle cause di un rendimento tanto scadente da parte di un calciatore che avrebbe tutte le qualità tecniche, emotive e caratteriali per fare la differenza in questo Milan, fanno scalpore i numeri. Dei nuovi acquisti rossoneri, Bonucci è quello che è costato di più (40 milioni di euro) e quello che ha il rendimento peggiore (media voto di 5,56 in 720 minuti giocati). Se non ci sono gli estremi per un allarme rosso, poco ci manca.

#hungrierthanever
Ma a far inferocire il sempre più irrequieto popolo milanista, sono le frequenti uscite social di Bonucci. Il suo hashtag #hungrierthanever, dopo essere stato condiviso a piene mani dai tifosi delle prime settimane della stagione, adesso continua a campeggiare solo sui soliti - e stucchevoli - post del difensore nei pre e post partita. L’ultimo, apparso su Instagram dopo la sconfitta nel derby, è quello che ha fatto traboccare il vaso: «Sempre difficile trovare le parole davanti ad una delusione, ma la forza di credere nei propri obiettivi è quello che ci rende indietro la voglia di continuare. Sempre».

Basta chiacchiere
Apriti cielo, i commenti dei tifosi rossoneri, prima gasati, poi accomodanti, alla fine dubbiosi, sono diventati quasi feroci, inchiodando il capitano rossonero alle sue responsabilità.
«Sveglia, che le le partite le stiamo perdendo per le tue cappelle», e ancora «Meno chiacchiere e più lavoro…pedala e fai silenzio», e per concludere «Non vogliamo chiacchiere, vogliamo fatti». 
Il sentimento del popolo milanista appare chiaro: non c’è più tempo per raccogliere like sui social, adesso è ora di cambiare registro e iniziare a vincere le partite importanti.