Calciomercato

Bonucci al Milan non è uno scherzo, ma Romagnoli non si tocca

La notizia di un interessamento del Milan per Bonucci, diffusa nella serata di ieri, ha colto impreparati i tifosi ma non gli addetti ai lavori. L’insoddisfazione del difensore azzurro ormai è palpabile e Mirabelli ne ha già parlato con l’agente del calciatore. L’unica cosa certa è che Romagnoli non sarà coinvolto in un’eventuale trattativa.

Bonucci contrastato da Romagnoli
Bonucci contrastato da Romagnoli (ANSA)

MILANO - Chi avrebbe mai immaginato che da un banalissimo appuntamento con Alessandro Lucci per definire gli ultimi dettagli della cessione in prestito secco di Bertolacci al Genoa potesse nascere una delle suggestioni più intriganti di tutto il calciomercato estivo 2017?
Ad un certo punto si è ipotizzato che sul tavolo delle trattative con Massimiliano Mirabelli fosse finito un altro assistito di Lucci, da sempre un pupillo di Vincenzo Montella, il colombiano Juan Cuadrado. La realtà è che invece il Milan ha mirato più in alto, molto più in alto: Leonardo Bonucci.

«Ci stiamo lavorando»
Nelle ultime ore, intercettato dai microfoni dei colleghi in pressing su di lui, alla domanda se davvero esiste la possibilità che Bonucci lasci la Juventus,  l’agente avrebbe risposto con un laconico ma quanto mai significativo: «Ci sto lavorando».
Ecco perchè l’indiscrezione trapelata nella giornata di ieri riguardo un possibile scambio tra Milan e i campioni d’Italia con De Sciglio, Romagnoli e conguaglio in direzione Torino e Bonucci verso Milanello, ha si sconvolto l’opinione pubblica ma non più di tanto gli addetti ai lavori.

C’è un fondo di verità
La verità, dopo una serie di indagini e di approfondimenti, emersa nella serata di ieri racconta di un’ormai acclarata insoddisfazione del difensore azzurro, evidentemente ancora ammorbato dal furioso litigio con Massimiliano Allegri grazie al quale Bonucci finì in tribuna per il match di Champions League con il Porto, e del conseguente desiderio di cambiare aria. In questo scenario potrebbe farsi largo la suggestione Milan, vista come la vera rivelazione della stagione che sta per cominciare alla luce di un mercato stellare e di ambizioni sempre più importanti.

Romagnoli non si tocca
L’unica cosa che al momento ci sentiamo di escludere è il coinvolgimento nell’operazione Bonucci di Alessio Romagnoli, in questo garantiti anche dalla ferma opposizione della dirigenza rossonera alla sua cessione. Se c’è una cosa sulla quale possiamo essere piuttosto sicuri è che l’ex centrale di Sampdoria e Roma è assolutamente incedibile, uno dei cardini su cui Fassone e Mirabelli stanno costruendo il nuovo Milan.

Squadra da scudetto
Questo vuol dire che la fascinazione Bonucci-Milan è tutt’altro che campata in aria, ma di certo la trattativa sarà costruita su altre basi: ad esempio uno scambio con De Sciglio più un conguaglio di circa 30-40 milioni.
E a questo punto provate ad immaginare una squadra rossonera con una retroguardia blindata da Donnarumma in porta, Conti e Rodriguez sulle fasce e la coppia Bonucci-Romagnoli al centro, con l’altro neo acquisto Musacchio pronto in caso di emergenza. Magari con l’innesto di Biglia in mezzo al campo accanto a Kessiè e Calhanoglu e Pierre-Emerick Aubameyang lì davanti, circondato da Suso e Bonaventura. Se non è una squadra da scudetto questa…