13 novembre 2019
Aggiornato 03:00

La scheda: tutto ciò che c'è da sapere sul GP d'Austria

Pista, dati tecnici ed orari sul weekend di gara che si disputerà in questo fine settimana sul circuito del Red Bull Ring, allo Spielberg. Un circuito vecchia scuola, che comprende due settori veloci e scorrevoli e un altro più lento e tecnico, con molti cambi di elevazione e un asfalto liscio

SPIELBERG – La Formula 1 torna in pista con il Gran Premio d’Austria, da domani a domenica 9 luglio. Tutta l’atmosfera del paddock sarà viva già da oggi, con la conferenza stampa dei piloti dalle 15. Dopo le prove libere di venerdì, sabato (oltre alla terza sessione di libere delle 11) sarà la volta delle qualifiche, che scatteranno alle 14. Domenica la gara, sempre dalle 14.

La pista
Il Red Bull Ring ha alcune caratteristiche in comune con i circuiti a basso grip che l’hanno preceduto, per l’asfalto liscio e i carichi laterali relativamente contenuti. Al contrario di Azerbaigian, Canada e Monaco, quello di Spielberg è un circuito permanente: una versione ridotta del mitico Osterreichring. Il tracciato ha uno dei tempi sul giro più corti dell’anno, offre uno stile da vecchia scuola e si può vedere quasi interamente dall’alto. I primi due settori sono veloci e scorrevoli, mentre l’ultimo settore è più lento e più tecnico. Ci sono molti cambi di elevazione, con alcune difficili frenate in salita che possono favorire errori. L’asfalto è uno dei più lisci della stagione: è stato interamente rifatto nel 2016. In Austria verranno utilizzate le tre mescole più morbide tra quelle disponibili nel range Pirelli per Formula 1: soft, supersoft e ultrasoft. Questa scelta promette di essere la più adatta al continuo saliscendi dello Spielberg, fornendo il giusto compromesso tra riscaldamento, performance e resistenza degli pneumatici. Le tre mescole nominate per questa gara sono le stesse dello scorso anno: la strategia potrà essere a una o due soste. Il tempo sarà incerto durante tutto il fine settimana data la posizione geografica del tracciato in mezzo alle montagne. Lo scorso anno si era visto un po’ di graining su pneumatici ultrasoft. È improbabile che questo problema si ripeta con la nuova generazione di pneumatici, come si è visto finora in questa stagione.

Il programma
Giovedì 6 luglio
Ore 15: conferenza stampa piloti

Venerdì 7 luglio
Ore 10: prove libere 1
Ore 12: F2 – prove libere
Ore 14: prove libere 2
Ore 15:55: F2 – qualifiche
Ore 16:45: Porsche Supercup – prove libere
Ore 17:50: GP3 – prove libere
Ore 19:30: conferenza stampa team principal

Sabato 8 luglio
Ore 9:20: GP3 – qualifiche
Ore 11: prove libere 3
Ore 12:25: Porsche Supercup – qualifiche
Ore 14: Qualifiche
Ore 15:35: F2 – gara
Ore 17:05: GP3 – gara-1

Domenica 9 luglio
Ore 9:05: GP3 – gara-2
Ore 10:15: F2 – sprint race
Ore 11:25: Porsche Supercup – gara
Ore 14: gara