26 giugno 2019
Aggiornato 07:30

L’agente di Biglia mette fretta alla Lazio: «Lucas vuole il Milan»

Potremmo essere arrivati ad una svolta nella trattativa tra Biglia e il Milan. Il procuratore dell’argentino è in arrivo in Italia la prossima settimana per chiudere. La speranza è che Lotito e Fassone riescano a trovare un punto d’incontro per il bene di tutte le parti in causa.

Il regista della Lazio Lucas Biglia
Il regista della Lazio Lucas Biglia ( ANSA )

MILANO - Dopo qualche settimana di relativa quiete, ecco aprirsi nuovi scenari nella trattativa che dovrebbe portare il regista e capitano dell’Argentina Lucas Biglia dalla Lazio al Milan. Enzo Montepaone, procuratore del centrocampista classe 1986 nativo di Mercedes, ha parlato ai microfoni del Messaggero, facendo chiarezza su una trattativa che qualche giorno fa, dopo l’ennesimo chiarimento fallito tra Claudio Lotito e Massimiliano Mirabelli, sembrava potesse sfumare nel nulla: «Lucas ha parlato con la Lazio un mese fa circa, dichiarando la propria scelta di andare via. Esiste una trattativa con il Milan e noi siamo in attesa che le due società trovino un accordo definitivo, so che stanno parlando per trovare una soluzione, noi aspettiamo ma di più non posso dire. I due club stanno parlando e devono trovare un accordo finale, ad ogni modo io sarò in Italia la prossima settimana con la speranza che tutto si risolva in breve tempo».

Il nodo valutazione
Una presa di posizione che dovrebbe mettere con le spalle al muro la società biancoleste. Ricordiamo che il nodo sta tutto nella valutazione di Biglia: per Lotito, il regista argentino vale 20 milioni; per il Milan, alla luce dei quasi 32 anni e di un contratto in scadenza tra 12 mesi, non più di 12-13. La speranza è che si venga presto a capo di questa situazione per la tranquillità di tutti, innanzitutto di Montella che potrà avere finalmente il regista atteso ormai a Milanello da 5 anni; e per la Lazio che potrà quindi voltare pagine e puntare su un nuovo centrocampista da mettere a disposizione di Inzaghi.